Harry Potter: un RPG fu cancellato perchè EA non credeva nel brand

Kim Salzer, direttrice del marketing di EA dal 2000 al 2003, ha rivelato che la Software House cancellò un RPG di Harry Potter

Harry Potter
Condividi l'articolo

Oggi Harry Potter è sinonimo di successo. Praticamente qualsiasi prodotto sia legato all’Universo Narrativo creato da J.K. Rowling è quasi sempre destinato a far guadagnare molti soldi a chi lo crea. Tuttavia non è sempre stato così. C’è stato un momento in cui alcuni temevano che il brand del maghetto occhialuto non avesse vita lunga e questo portò a scartare, scelleratamente, alcuni progetti. Uno di questi, tra i più interessanti, fu un RPG che EA decise di non sviluppare fino in fondo non essendo sicura della forza del franchise. A rivelarlo è stato Kim Salzer, direttrice del marketing della Software House dal 2000 al 2003, durante un’intervista con con lo streamer The Real Brandolorian

Abbiamo fatto tutte le ricerche, abbiamo costruito la versione beta, è stata un’esperienza combinata offline/online in cui abbiamo inviato materiale ai bambini, come premi, nastri e cose del genere. Era studiato a fondo, eravamo molto fiduciosi nel suo successo. Ma è stato eliminato, per mancanza di un termine migliore, perché EA stava attraversando dei cambiamenti in quel momento e semplicemente non sapevano o credevano abbastanza che quell’IP avrebbe avuto una durata di conservazione superiore a un anno o due

Anche nei primi anni 2000, l’impatto culturale di Harry Potter sembrava già abbastanza ovvio. Quindi è assolutamente bizzarro che EA non credesse che il franchise potesse durare più di qualche anno. Tant’è vero che 20 anni dopo e i libri e i film sono probabilmente più popolari che mai. Anche se non vedremo mai l’MMO Harry Potter di EA, i fan potranno consolarsi con Hogwarts Legacy nel 2022. A meno che la Warner Bros non si faccia prendere dal panico e decida che il marchio non è abbastanza popolare.

LEGGI ANCHE:  Chi legge Harry Potter ha meno pregiudizi, lo dice la scienza

Che ne pensate?

Continuate a seguirci su LaScimmiaGioca per altre news e recensioni sul mondo dei videogiochi!

Avatar di Matteo Furina
In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.