House of The Dragon, Toussaint attacca gli spettatori razzisti

Parlando con Men's Health, Steve Toussaint ha criticato gli spettatori che hanno criticato il suo casting in House of The Dragon

house of the dragon
Condividi l'articolo

House of the Dragon, serie prequel di Game of Thrones ambientata circa 200 anni prima dei fatti accaduti nella serie madre è appena arrivata su Sky. Sebbene abbia ricevuto decisamente una buona accoglienza, lo show continua a subire critiche relative al casting di attore neri. Per questo motivo Steve Toussaint, che interpreta nello show Lord Corlys Velaryon, ha voluto dire la sua attaccando queste polemiche.

Sembra essere molto difficile da accettare per le persone – ha detto in un’intervista a Men’s Health. Sono felici con un drago che vola. Sono felici con qualcuno con i capelli bianchi e gli occhi viola, ma un nero ricco? Questo è oltre il limite. Ciò che è stato meraviglioso è che per ogni persona tossica che in qualche modo è entrata nella mia vita, ce ne sono state così tante altre che sono state così di supporto e mi hanno detto: “Oh mio dio, non vedo l’ora, sarà grandioso”. Anche quando stavamo girando alcune scene, alcuni colleghi mi hanno supportato dicendo: “È fantastico avere questa rappresentazione”

Sebbene Lord Corlys non sia mai esplicitamente descritto come bianco in Fuoco e Sangue di George R.R. Martin, libro da cui House of the Dragon è tratto, molti hanno immaginato che il personaggio avesse la pelle chiara perché i suoi antenati sono Valyriani e i suoi capelli sono descritti in il libro come “biondo-bianco Targaryen”. Tuttavia Ryan Condal e Miguel Sapochnik, i due showrunner della nuova serie, hanno preso la decisione di inserire attori neri per motivi di inclusione.

LEGGI ANCHE:  House of the Dragon: ecco chi sono tutti i nuovi personaggi nell'episodio 6

Il mondo è molto diverso ora rispetto a 10 anni fa quando Game of Thrones è iniziato. È diverso rispetto a 20 anni fa quando Peter Jackson ha realizzato Il Signore degli Anelli . Questo tipo di storie deve essere più inclusivo di quanto tradizionalmente sono state – aveva detto Condal a EW sul set di House of the Dragon. Era molto importante per me e Miguel creare uno show che non fosse un altro gruppo di bianchi sullo schermo, solo per dirla in modo molto schietto

Che ne pensate?