Amber Heard dichiara bancarotta, non può pagare Johnny Depp

Amber Heard ha dichiarato bancarotta rivelando dunque di non essere in grado di pagare il risarcimento a Johnny Depp

aquaman, amber heard
Condividi l'articolo

Sono passati ormai due mesi da quando una corte di Fairfax, in Virginia, ha ritenuto Amber Heard colpevole di diffamazione nei confronti dell’ex marito Johnny Depp condannandola a versare 10 milioni di dollari nelle tasche dell’attore (qui i dettagli). Tuttavia fin da subito, la Mera di Aquaman ha fatto sapere, attraverso i propri avvocati, di non essere in grado di pagare una cifra simile. Ed anzi, lo scorso 20 luglio, ha dichiarato bancarotta e ha presentato ricorso al Commonwealth della Virginia il 21 luglio. A causa della mancanza di risorse, l’attrice ha chiesto di dichiarare nulla la decisione della corte.

Amber Heard ha rilasciato una dichiarazione quello stesso giorno per spiegare la decisione di presentare ricorso e per criticare i “falò di Twitter”

Crediamo che la corte abbia commesso errori che hanno impedito di emettere un verdetto giusto e coerente con il Primo Emendamento. Ci appelliamo quindi al verdetto. Mentre ci rendiamo conto che il deposito di oggi accenderà i falò di Twitter, ci sono passi che dobbiamo percorrere per garantire sia l’equità e la giustizia.

A queste parole il team legale di Johnny Depp ha prontamente risposto:

LEGGI ANCHE:  La richiesta di Amber Heard di annullare il processo è stata respinta

Il verdetto parla da sé e il signor Depp crede che questo sia il momento per entrambe le parti di andare avanti con le proprie vite e rimettersi in piedi. Ma se la signora Heard è determinata a continuare il contenzioso appellando il verdetto, il signor Depp presenterà un ricorso simultaneo per garantire che la Corte d’Appello consideri l’intero iter e tutte le questioni legali pertinenti. La giuria ha ascoltato le ampie prove presentate durante il processo di sei settimane ed è arrivata a un verdetto chiaro e unanime che l’imputata stessa diffamato Mr. Depp, in più casi. Rimaniamo fiduciosi nel nostro caso e che questo verdetto sarà valido.

Che ne pensate?