Johnny Depp vince contro Amber Heard: “La diffamazione sussiste”

La giuria del tribunale di Fairfax si è espressa dando ragione a Johnny Depp nel processo contro Amber Heard

johnny depp, pirati dei caraibi
Condividi l'articolo

Dopo un lunghissimo processo siamo arrivati finalmente alla fine. La giuria del tribunale di Fairfax, in Virginia, dopo aver deliberato per 13 ore si è infatti espressa nella contesa per diffamazione che ha visto di fronte Johnny Depp ed Amber Heard dando ragione all’attore di Pirati dei Caraibi. Le prove hanno dimostrato l’esistenza della diffamazione e l’attrice dovrà ora riscarcire con 15 milioni di dollari l’ex compagno. Cifra inferiore rispetto ai 50 richiesti dalla controparte ma comunque enorme.

Alla lettura della sentenza è stata presente solamente la Heard in quanto Depp è stato assente per motivi di lavoro. Come infatti vi abbiamo raccontato, l’attore è in questo momento impegnato in un tour in Europa con l’amico Jeff Beck (qui le immagini del suo concerto). L’attrice, totalmente vestita di nero è apparsa visibilmente scossa dal risultato mentre dall’altra parte i legali dell’ex marito esultavano.

La giuria si è anche pronunciata a favore di della Heard circa la sua contro querela di 100 milioni mossa contro Depp, fatta affermando che era stata diffamata quando l’avvocato dell’ex marito, Adam Waldman, aveva definito una bufala le sue accuse di abuso. La giuria civile di sette persone ha ritenuto Depp responsabile per diffamazione e ha assegnato a Heard 2 milioni di dollari di danni.

LEGGI ANCHE:  Amber Heard dichiara bancarotta, non può pagare Johnny Depp

Durante la sua ultima testimonianza alla barra dei testimoni, circa una settimana fa, Johnny Depp aveva nuovamente ribadito la sua assoluta innocenza circa le accuse di violenza sessuale delle quali era stato accusato dall’ex moglie.

Nessun essere umano è perfetto, di certo no – nessuno di noi – ma non ho mai, in vita mia, commesso percosse sessuali, abusi fisici – aveva detto. Tutte queste storie stravaganti e oltraggiose di me che commetto queste cose e ci convivo per sei anni e aspetto di essere in grado di portare alla luce la verità. Quindi non è facile per nessuno di noi, lo so. Ma qualunque cosa accada, sono arrivato qui e ho detto la verità. 

La Heard, dal canto suo, si era detta umiliata dal processo ed ha rivelato le minacce che i fan di Depp le riservano ogni giorno.

Le persone vogliono uccidermi e me lo dicono ogni giorno. Vogliono uccidere il mio bambino nel microonde e me lo dicono. Ricevo centinaia di minacce di morte regolarmente, se non quotidianamente. Migliaia dall’inizio del processo. Sono molestata, umiliata, minacciata ogni singolo giornoAnche solo entrare in quest’aula, stare seduto qui davanti al mondo e ripercorrere le parti peggiori della mia vita, le cose che ho vissuto, mi ha umiliato

Che ne pensate di questa sentenza?

LEGGI ANCHE:  Netflix Usa toglie i film di Johnny Depp dal catalogo? I fan in rivolta