Grignani sui Maneskin: “Musicalmente non li ho ancora capiti”

In un'intervista con Il Messaggero, Gianluca Grignani ha parlato dei Maneskin e dell'omaggio che gli ha fatto Vasco Rossi

grignani, maneskin
Credits: Mediasetplay/Gianluca Grignani: l'intervista integrale - Maneskin / YouTube
Condividi l'articolo

Gianluca Grignani è in un momento di grande rinascita. Dopo essere stato protagonista del Festival di Sanremo insieme ad Irama è pronto a lanciare sul mercato il suo prossimo album. Si chiamerà Verde Smeraldo Cosa ne sai di me ed arriverà a fine settembre. Per l’occasione ha rilasciato un’intervista con Il Messaggero per parlare di diversi aspetti della musica italiana contemporanea. Non poteva mancare, ovviamente, la domanda sui Maneskin, il fenomeno di culto italiano dell’anno.

Vediamo cosa faranno – risponde diplomatico Grignani. Io onestamente non li ho ancora compresi, musicalmente parlando: conosco due o tre canzoni, troppo poco per giudicare

Nel corso dell’interivsta il cantante ha anche parlato dell’omaggio alla sua canzone L’aiuola che Vasco Rossi ha fatto durante la sua esibizione di Ti taglio la gola.

Siamo simili: c’è una base di ribellione comune. E poi ci piace ad entrambi godere tantissimo.

Parlando invece del fatto che Vasco Rossi sembra poter dire qualsiasi cosa senza scatenare polemiche, Grignani ha spiegato:

LEGGI ANCHE:  Maneskin, Damiano: "Ridirei Fu*k Putin ogni giorno, è un dittatore"

 È furbo: cita l’aiuola nella sua canzone proprio per eludere le polemiche. Ha usato me per non essere messo alla gogna. Chi lo conosce bene dice che è un serpente ammaliatore

Andando avanti con l’intervista, il musicista ha anche raccontato dell’aneddoto riguardante Fiorello e il Festivalbar del 95:

Arrivai sul palco già nervoso. Fiorello nel backstage mi aveva provocato, dicendomi cose che non posso riferire. Corsi sul palco. Mi introdussero dicendo le solite sciocchezze. Io volevo cantare e avevo chiesto di poterlo fare dal vivo. Avevo preparato un’esibizione particolare. Scoprii invece che c’era il playback. Mi infuriai

Parlando infine di sè stesso ha detto:

 Sono come il vino: più passa il tempo e più migliora

Che ne pensate di queste parole di Gianluca Grignani? Diteci la vostra nei commenti.

Continuate a seguirci su LaScimmiaSente per altre news e recensioni sul mondo della Musica!