Netflix ha perso 1 milioni di abbonati nel secondo trimestre del 2022

Nel secondo trimestre del 2022 Netflix ha perso quasi 1 milione di abbonati, continuando il trend negativo iniziato tre mesi fa

netflix
Credits: Wikimedia/ Commons - Netflix
Condividi l'articolo

Continua l’Annus horribilis di Netflix. La piattaforma infatti, dopo aver perso per la prima volta iscritti nel primo trimestre dell’anno (qui i dettagli), ha continuato questo trend anche nei secondi 3 mesi del 2022, con cifre decisamente più inquietanti. Se infatti nella prima occasione erano stati “solo” 200 mila gli abbonati che avevano rinunciato al gigante dello streaming, questa volta si parla di 970 mila persone che hanno concluso il proprio rapporto con Netflix.

In una lettera scrittra ai propri azionisti ad aprile, il gigante dello streaming aveva incolpato di questa deblace sul mercato il fenomeno della condivisione degli account.

Lo streaming sta vincendo in modo lineare, come avevamo previsto, e i titoli Netflix sono molto popolari a livello globale. Tuttavia, la nostra penetrazione relativamente elevata nelle famiglie – se si include il gran numero di famiglie che condividono account – combinata con la concorrenza, sta creando venti contrari alla crescita dei ricavi – si leggeva. La grande spinta del COVID allo streaming ha oscurato il quadro fino a poco tempo. Mentre lavoriamo per riaccelerare la nostra crescita dei ricavi, attraverso miglioramenti al nostro servizio e una monetizzazione più efficace della condivisione multifamiliare, manterremo il nostro margine operativo a circa il 20%.

Questa deblace arriva proprio nel periodo in cui sulla piattaforma è arrivato uno degli show più attesi dell’anno. Parliamo ovviamente della quarta stagione di Stranger Things che ha frantumato qualunque record relativo a Netflix ma che, tuttavia, non ha fermato il trend discendente degli abbonati.

LEGGI ANCHE:  Stranger Things 3: rivelati la data di inizio riprese e il numero di puntate

Nel frattempo, nel tentativo di correre ai ripari, l’azienda ha stiuplato un accordo con Microsoft che si occupera di gestire le pubblicità nel nuovo abbonamento che Netflix offrirà ai suoi utenti. Questo sarà meno costoso ma prevederà, per l’appunto, l’inserimento di spot. Vedremo se questo riuscirà a risollevare i numeri della piattaforma.

Che ne pensate?

Avatar di Matteo Furina
In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.