“Per Depp non è una questione di soldi, ma di reputazione”, dice Chew

Ben Chew, avvocato di Johnny Depp ha parlato di come, per il suo assistito la causa non avesse niente a che fare con i soldi

johnny depp, alice in wonderland
Condividi l'articolo

A seguito della vittoria di Johnny Depp nel processo per diffamazione contro Amber Heard, l’attrice è stata condannata a versare nelle casse dell’ex marito circa 10 milioni di dollari, ricevendone in cambio solamente 2 a seguito di una querela parallela che la star di Aquaman aveva mosso a causa delle parole dell’ex avvocato di Depp, Adam Waldman (qui i dettagli).

Tuttavia pochi giorni dopo questa sentenza, Elaine Bredhoft, l’avvocato di Amber Heard ha fatto sapere che la sua assistita non era in possesso delle risorse economiche necessarie per far fronte all’impegno (qui i dettagli).

Per questo motivo al legale di Depp, Ben Chew, durante un episodio di Good Morning America è stato chiesto come si pensa di risolvere questa situazione. Il presentatore George Stephanopoulos ha sottolineato che il pagamento potrebbe prosciugare la ricchezza di Amber Heard, chiedendo dunque al legale se esiste la possibilità di un “accordo in cui [Heard] rinunci all’appello in cambio del fatto che Depp rinunci a qualsiasi danno monetario”

Le parole dell’avvocato di Johnny Depp, Ben Chew

Il legale ha risposto che per il suo assistito non è mai stata una questione di soldi.

Ovviamente non possiamo rivelare comunicazioni tra avvocato e cliente, ma come ha testimoniato il signor Depp… non si è mai trattato di soldi per il signor lui. Si è sempre trattato di ripristinare la sua reputazione – e lo ha fatto. È stata una vittoria totale per Johnny

Durante l’intervista televisiva, Chew ha anche affermato che la star dei Pirati dei Caraibi  era “al settimo cielo” quando il verdetto è stato letto a suo favore. 

LEGGI ANCHE:  Terry Gilliam ha finito le riprese de "L'uomo che uccise Don Chisciotte". Dopo 17 anni.

Come se il peso del mondo gli fosse stato tolto dalle spalle – ha detto. E sento che finalmente, dopo sei anni, si è ripreso la sua vita

Secondo il New York Post , in un’altra intervista separata al Today Show, il signor Chew ha anche respinto la probabilità che la signora Heard possa ribaltare il verdetto in appello. Ha detto di essere “molto fiducioso” del fatto che “non ci siano errori” che giustificherebbero qualsiasi tipo di ricorso andato a buon fine. 

Che ne pensate?

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.