Matthew McConaughey spiega l’origine di Alright, alright, alright [VIDEO]

Matthew McConaughet ha avuto modo di spiegare cosa si nasconde dietro l'origine del tormentone "alright! Alright! Alright!"

Matthew McConaughey
Condividi l'articolo

Matthew McConaughey ha avuto modo di spiegare l’origine del suo tormentone Alright, alright, alright.

Un tormentone che è stato reso noto al grande pubblico durante l’ottantaseiesima cerimonia degli Academy Awards, durante la quale l’attore è stato premiato con l’Oscar come miglior interprete maschile per Dallas Buyers Club.

Dopo aver ringraziato Dio, i suoi genitori e la sua famiglia e dopo aver riconosciuto nel se stesso-futuro il proprio eroe, Matthew McConaughey ha fatto sorridere il pubblico pronunciando la famosa frase con il suo marcato accento del sud.

Tuttavia, molto prima degli Oscar, Matthew McConaughey aveva già cominciato a utilizzare quella frase e nello specifico aveva cominciato quando aveva dovuto interpretare David Wooderson nel film del 1993 Dazed and Confused, che in Italia è stato tradotto con il titolo La vita è un sogno.

Spiegando l’origine del tormentone durante un’intervista del 2011, Matthew McConaughey ha detto che quell’Alright, alright, alright era in qualche modo legato a Jim Morrison, l’indimenticabile cantante dei Doors. Ecco quello che l’attore ha raccontato:

LEGGI ANCHE:  The Wolf of Wall Street, la Recensione del film di Martin Scorsese

Durante la preparazione per il ruolo, dopo la prima prova costumi, capelli e make-up uscì dal mio camper e il regista Rick Linklater si avvicina e mi dice: “Ehi è fantastico!” Poi continua: “Ascolta amico, so che non dovresti lavorare questa sera ma abbiamo questa scena al TopNotch. Wooderson potrebbe essere lì, a caccia di ragazze, capisci cosa intendo?” E io dico: “Certo, sarebbe senz’altro lì”. E lui continua: “Cosa pensi? Wooderson sarebbe attratto da una rossa intellettuale? Perché Wooderson è nel giro da molto. È stato con tutte quelle tipiche bellezze. Cosa ne pensi della rossa? Ci potrebbe stare?” Ed io dico di si e poi dico: “Dammi trenta minuti. Fammi fare due passi.” Perciò ho fatto una camminata, poi sono tornato indietro e abbiamo fatto un ping-pong verbale. Gli ho detto la mia idea, lui mi ha detto la sua e poi mi dice: “D’accordo, vogliamo girarla?” e io ho detto di sì.

Poi Matthew McConaughey continua:

Così andiamo sul set. Salgo in macchina perché sono nervoso. È la primissima scena del film. E proprio un attimo prima di iniziare a girare sono in macchina con degli amici e sto sentendo un album live dei Doors e tra due canzoni Jim Morrison dice: “alright, alright, alright”. E poco prima di iniziare a girare mi domando: A cosa si interessa Wooderson? Si interessa a quattro cose: gli interessa la sua macchina, gli interessa sballarsi, gli interessa il rock ‘n’ roll e gli piacere scegliere le ragazze. Allora penso: sono nella mia macchina, sono fuori come un aquilone e sto ascoltando rock’n’roll. Azione! Ed ecco le ragazze. Tre su quattro. Alright, alright, alright!