Trainspotting, in arrivo la serie sequel su Begbie con Robert Carlyle

Robert Carlyle ha rivelato che nel futuro esisterà una serie TV dedicata a Begbie, personaggio da lui interpretato in Trainspotting

trainspotting, begbie
Condividi l'articolo

Trainspotting e T2, adattamenti di Danny Boyle dei romanzi di Irvine Welsh del 1996 e del 2017, sono autentici film di culto degli ultimi 25 anni. Nonostante siano passati molti anni da quando arrivò il primo film nelle sale, la gente ama ancora moltissimo gli iconici personaggi della storia. Per questo motivo si è deciso di produrre una serie tv dedicata solamente a quello che è forse il più amato di tutti i personaggi. Parliamo ovviamente di Francis Begbie interpretato da Robert Carlyle. La storia sarà basata su The Blade Artist, romanzo sempre di Welsh del 2016, seguito diretto degli eventi di Trainspotting e che racconta il passato e il presente di Begbie. Questi, dopo quanto accaduto nei due film precedenti, viene riformato e ribattezzato Jim Francis, vive in California con sua moglie e due figlie. A rivelarlo è stato lo stesso attore intervistato da NME.

Abbiamo chiacchierato un bel po’ di recente con Irinve e con un paio di ottimi produttori a Londra su come continuare la storia di Trainspotting – spiega Carlyle. Come sai, c’era un altro libro intitolato The Blade Artist che parlava interamente di Begbie e della sua pazza storia. La produzione è ancora agli inizi, ma sembra abbastanza probabile che si farà.

Stiamo pensando di farlo come un evento televisivo di sei ore, come si dice al giorno d’oggi. Qualsiasi cosa significhi. Ma mi sembrava giusto vederla così, e Irvine adorava quell’idea. È una storia così grande – è tutta ambientata a Los Angeles avanti e indietro fino a Edimburgo – ed è difficile fare tutto questo in un’ora e mezza! 

Soprattutto se vuoi mantenere pura la base del libro. Penso che al giorno d’oggi anche alla gente piaccia questo tipo di cose. Quindi, dopo diverse chiacchierate, abbiamo pensato che fosse la strada da seguire. Quindi questo è il piano.

Cosa ne pensate?

LEGGI ANCHE:  La musica nei libri - Gli ascolti giovanili degli skagboys di Trainspotting