The Voyeurs, la Recensione del thriller erotico su Amazon Prime Video

Sguardi, pulsioni, ossessioni. Disponibile su Amazon Prime Video, The Voyeurs, un thriller dalla forte carica erotica. Ecco la nostra recensione.

The Voyeurs
Condividi l'articolo

Sbarca silenziosamente su Amazon Prime Video, The Voyeurs, avvincente thriller erotico diretto da Michael Mohan. Sono moltissimi gli spunti che offre il film, a partire da quelli già dettati da Alfred Hitchcock e soprattutto Brian De Palma. Un gioco di sguardi carico di colpi di scena.

The Voyeurs, la Trama

Pippa e Thomas sono una ridente coppia recentemente trasferita in un bellissimo appartamento nel centro di Montreal. Tutto scorre senza intoppi, finché guardando fuori la finestra non vedono i loro dirimpettai, Seb e Julia, copulare selvaggiamente. Da qui si scatenerà una vera e propria ossessione che trascinerà la coppietta in un incubo distruttivo.

The Voyeurs, la Recensione

Lo sguardo che diventa ossessione. Un’ossessione distruttiva, alimentata da una pulsione innata, quella voyeuristica, come suggerisce il titolo del film firmato Michael Mohan. Un film non privo di difetti, ma che ha in sé la capacità di saper catturare, anche con una certa furbizia, l’occhio dello spettatore. Perché in fin dei conti, noi tutti siamo come Pippa e Thomas, pur non abitando in pieno centro a Montreal.

Come vuole la prassi, quello che inizialmente è solo un gioco, si trasforma in qualcosa di più grande e ingestibile. Un’occhiata alla finestra casuale prima e specifica poi, entrando dentro la quotidianità di due perfetti sconosciuti, violando l’intimità più profonda, quella sessuale. Ed è qui che tanto l’occhio della macchina da presa quanto quello dei protagonisti (e degli spettatori) indugia.

LEGGI ANCHE:  Greenland: la recensione del film con Gerard Butler

L’erotismo è onnipresente in The Voyeurs, con tutte le sfaccettature che il sesso porta con sé. Ogni forma di rapporto presente nel film offre spunti erotici visivi grazie ai dettagli su cui Mohan si sofferma insistentemente. Paradossalmente, le prurigini spettatoriali potrebbero trovare una certa soddisfazione proprio in questi brevi frammenti che non nelle esplicite scene di sesso.

the voyeurs, recensione

Si è discusso moltissimo sul cinema e sul piacere visivo, sulla finestra e sulla cornice, rimandando chiaramente ad Hitchcock e al suo capolavoro La Finestra Sul Cortile. Ed è proprio da qui che Mohan parte, aggiungendo invasive contaminazioni del cinema di Brian De Palma, pur non ottenendo il medesimo risultato. Tuttavia, ciò che The Voyeurs offre è un film che pur vivendo di derivazioni, prova a battere una strada simil autoriale fino in fondo.

Derivazioni e ammiccamenti mai fine a sé stessi, dunque. The Voyeurs si fa carico di riportare in auge il thriller erotico. E per farlo, non può che prendere quanto più dal passato, da maestri del genere, per l’appunto. Il risultato, sebbene con alcune sbavature, resta molto soddisfacente, soprattutto per la regia di Mohan, che si avvale di interessanti piani sequenza completamente muti dove l’azione predomina l’intera scena.

LEGGI ANCHE:  Amazon Prime Video e Cinema d'autore: 6 film da non perdere

Mohan osserva, con invadenza, mostrando quanto più possibile. Ai campi larghi delle immense vetrate dei palazzi di Montreal vengono contrapposti primissimi piani e dettagli della vita dei due protagonisti, presunti soggetti guardanti attivi che a loro modo subiscono uno sguardo morboso tanto quanto il loro da noi spettatori in primis, oltre che dalla cornice che inquadra le loro azioni.

La costante tensione tra soggetto e oggetto, attività e passività dello sguardo, viene costantemente alimentata. Ora dal pericoloso gioco di Pippa e Thomas, ora dalla macchina da presa di Mohan, sempre vicina all’azione della coppia.

the voyeurs, recensione

Un lavoro di indagine che viene esaltato dalle ottime prove attoriali cast, soprattutto di Sydney Sweeny, capace di restituire il suo costante senso di colpa per non resistere alla tentazione di spiare costantemente i suoi vicini. Ancor più nei primi piani sfruttati nel flash forward che porterà al (doppio) colpo di scena finale.

Sebbene sia evidente l’essere schiavo delle sue ambizioni, The Voyeurs resta un film godibile dall’inizio alla fine, dai ritmi perfettamente dosati. Thriller, dramma ed erotismo riescono a trovare un perfetto bilanciamento, riuscendo anche a buttarsi dietro le spalle la sensazione di già visto, cosa non facile oggigiorno.

Cast

  • Sydney Sweeney: Pippa
  • Justice Smith: Thomas
  • Ben Hardy: Seb
  • Natasha Liu Bodizzo: Julia

Trailer

RECENSIONE
VOTO:
Classe '89, laureato al DAMS di Roma e con una passione per tutto ciò che riguardi cinema, letteratura, musica e filosofia che provo a mettere nero su bianco ogni volta che posso. Provo a rendere la critica cinematografica accessibile a tutti, anche al "lattaio dell'Ohio".