Quentin Tarantino: “La distribuzione in streaming dei film è deprimente”

Intervistato nel podcast ReelBlend, Quentin Tarantino ha parlato della situazione attuale del cinema e della distribuzione in streaming

quentin tarantino
Condividi l'articolo

In un episodio del podcast ReelBlend di CinemaBlend , Quentin Tarantino ha parlato della tendenza, causata ovviamente dalla pandemia, di distribuire i film in streaming, dimostrando di non apprezzarla.

Penso che sia deprimente – ha spiegato il regista di Kill BIll. Sono contento di lavorare con Sony, che non si occupa di questo. Non sono andati per quella strada. Ma mi fa davvero pensare che nel 2019, quando siamo usciti con C’era una volta a Hollywood, mi fa davvero pensare che, wow, io e Joker e 1917, eravamo come uccelli che volavano attraverso una finestra proprio mentre la finestra si stava chiudendo sbattendo. E ci siamo praticamente fatti prendere le penne della coda dallo sbattere. Ma siamo usciti in tempo

Andando avanti con l’intervista, Quentin Tarantino ha parlato di come la nuova realtà dei film che vanno direttamente in streaming elimini l’importanza del weekend di apertura, così come toglie il valore alle persone che si sforzano di uscire di casa e di mettere il culo su una poltrona per guardare un film in particolare. 

LEGGI ANCHE:  Quentin Tarantino accusato di razzismo per l'abuso della N-Word nei film

Un film come C’era una volta a Hollywood ha guadagnato qualcosa come $ 346 milioni. L’idea era che un film del genere potesse fare il giro del mondo e fare tanti soldi solo con i culi seduti. Nessun ricavo in streaming è stato collegato a questa cifra. Nessun DVD. Nessun altro mercato era collegato a quel numero. Sono letteralmente persone che escono di casa, vanno al cinema, comprano un biglietto, mettono il culo su una poltrona e guardano il film. Non so quando succederà di nuovo. So che un film ora non potrebbe farlo. Non potrei farlo quest’anno.

Cosa ne pensate delle parole di Quentin Tarantino? Riuscirà a ripetere il grande successo di C’era una volta a Hollywood con quello che dovrebbe essere il suo ultimo film? Fateci sapere la vostra opinione, come sempre, nei commenti.

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.