Povia contro DDL Zan. “Se passa inizia una nuova dittatura”

Povia contro Fedez e Zan sul discusso DDL

Povia
Credits: Giuseppe Povia / YouTube
Condividi l'articolo

Giuseppe Povia si scaglia ancora contro il DDL Zan e lo stesso deputato che ha proposto la legge

L’argomento di questi giorni: il DDL Zan, la legge che mira a punire le discriminazioni nei confronti della comunità LGBTQ+ e l’omofobia. C’è chi è contro, c’è chi a favore, ma tutti stanno prendendo posizione. Tra questi anche per esempio Fedez, figura piaccia o non piaccia di rilievo nella scena italiana di oggi. Il rapper ha già più volte espresso il proprio sostegno incondizionato alla legge.

Un altro ad intervenire, nel suo caso invece contro, è Giuseppe Povia. Il cantante ha assunto negli ultimi mesi già posizioni a più riprese critiche sulla gestione della pandemia e sui vaccini. Le sue osservazioni sul DDL Zan vanno più o meno di pari passo. Il cantante chiede a gran voce, un po’ come in una scena dei Simpson che tutti ricordiamo, di “lasciare in pace i bambini”.

“Se l’evoluzione del comunismo e della sinistra si riconosce oggi in questa gente…” esordisce Povia, nel suo video su Instagram (qui sotto). “Anni di lotta operaia, per la famiglia, movimento studentesco, articolo 18, sindacati in piazza… anni di Gramsci, di Togliatti, di Hegel [intende Engels, presumibilmente], di Marx… che non si sarebbero mai sognati di violare la mente dei bambini”.

LEGGI ANCHE:  Povia sulla legge Zan: "Non avrei potuto cantare Luca Era Gay"

Zan, lei si deve vergognare ad imporre addirittura una legge che imporrà ai genitori di accompagnare i bambini nell’altro sesso perché si percepiscono opposti al loro sesso di nascita. Ma i bambini sono spugne, sono registratori perfetti di informazione, quello che tu gli dici loro lo prendono per buono. Noi adulti abbiamo la capacità di capire che tutto questo è una follia”.

“I bambini venduti, comprati, imbottiti di farmaci, imbottiti di informazioni sbagliate. Ma che fretta avete di colonizzare ideologicamente la testa dei bambini? Se [questa legge] passa è l’inizio di una nuova dittatura e guardate che io posso parlare, perché ho scritto I Bambini Fanno Oh. Nei miei dischi in difesa soprattutto dei bambini e dei minori c’è [anche] il brano Dobbiamo Salvare L’Innocenza“.

“Non solo dovreste acquistarli per aiutarmi a farmi spazio in questo mare ideologico a senso unico, ma questa canzone voi la dovreste imparare a memoria e metterla nei libri di scuola”, conclude il cantante. in seguito posta i suoi contatti, per chi volesse contattarlo per serate o per i suddetti dischi, con la canzone in questione in sottofondo.

LEGGI ANCHE:  Povia: "Col Green Pass persone libere (di contagiarsi lo stesso)"

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, la Scimmia Sente, la Scimmia fa.