Povia: “Col Green Pass persone libere (di contagiarsi lo stesso)”

Povia
Credits: Giuseppe Povia / YouTube
Condividi l'articolo

Povia ancora polemico sui vaccini, dice la sua sul Green Pass

Non cede Giuseppe Povia, cantante le cui posizioni su vaccini e, ora, Green Pass, proseguono su di una linea sempre contraria e critica. Lo prova, per esempio, questo post Instagram nel quale l’artista scrive: “Con Green Pass le persone saranno libere (di contagiarsi lo stesso)”. Il senso: il Green Pass è inutile.

Non è finita. Ci sono diversi altri post del genere sui suoi social, compreso uno che, ritornello molto diffuso dei no-vax, associa la necessità del possesso del Green Pass al motto Arbeit Macht Frei, famoso all’ingresso del campo nazista di Auschwitz. E anche lui incalza: “GREENPASS MACHT FREI. Come nelle dittature del secolo passato”.

“Continuano ad insultare la gente e prenderla in giro. Avremo tutti una tessera e un numero di riconoscimento per entrare nei luoghi pubblici e contagiarci lo stesso. Come nelle dittature del secolo passato”, prosegue il cantante, prima di ricordare i suoi eventi live e di invitare tutti al pronto acquisto della sua musica “di denuncia sociale”.

LEGGI ANCHE:  Povia sulla legge Zan: "Non avrei potuto cantare Luca Era Gay"

Di recente, Povia si è espresso con posizioni critiche anche sul discusso DDL Zan, associando l’approvazione della legge, anche in questo caso, all’esordio di una dittatura. “Se [questa legge] passa è l’inizio di una nuova dittatura e guardate che io posso parlare, perché ho scritto I Bambini Fanno Oh“, ha avuto a dire.

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.