Maneskin, Damiano provoca in reggiseno e autoreggenti [FOTO]

Maneskin
I Måneskin durante la vittoria dell'Eurovision, Cerimonia trasmessa dalla Rai
Condividi l'articolo

I Maneskin non perdono occasione per mettere un po’ di pepe dappertutto

In tempi come questi è difficile che trascorra più di qualche giorno senza che si parli dei Maneskin. C’è chi gradisce la cosa, chi la avversa e chi la trova del tutto indifferente. Loro quattro, in ogni caso, non si lasciano sfuggire qualunque opportunità di fare un po’ di “baccano” in un paese che, sul loro successo come su di una serie di temi inerenti, appare più diviso che mai.

Parliamo ovviamente delle solite tematiche: razzismo, sessismo, omofobia. Si discute molto del DDL Zan e i Maneskin hanno preso posizione da tempo: non è difficile immaginare quale. La band ricara la dose con la foto che vedete qui sotto, che ritrae il cantante Damiano e la bassista Victoria. Ad un primo sguardo, per molti non ci sarà nulla di strano, specie conoscendo la band.

Altri, invece, la guarderanno sdegnati, che è poi proprio l’effetto che i due intendono ottenere presso chi ancora stenta a capirli. Damiano è infatti vestito (o meglio, svestito) in intimo femmile, con reggiseno e calze autoreggenti bene in vista. Qualcuno dirà: e quindi? Qualcun altro, invece, si farà sfuggire la prevedibile protesta che questo tipo di foto condivisa non vuol far altro che incitare.

LEGGI ANCHE:  Maneskin: perché hanno così tanto successo?

La forza del successo dei Maneskin sta infatti proprio nel porsi di fronte ad un pubblico in gran parte impermeabile alle più banali trasgressioni e quindi passivo di fronte alla minima provocazione. La didascalia: “I wanna be your sex toy, I wanna be your teacher”, è un verso tratto da I Wanna Be Your Slave, uno dei loro brani di maggior successo.

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.