Gamer colleziona tutte le varianti di Memory Card per PS1 [FOTO]

Tutti ricordiamo le Memory Card, ma di quanti tipi ce n'erano?

Memory Card
Credits: Good Vibe Collecting / YouTube
Condividi l'articolo

Ce n’erano tantissime diverse: e voi, quale Memory Card avevate per PlayStation?

C’è stata un’era, tra la fine degli anni ’90 e l’inizio degli anni ’00, nella quale le partite dei videogiochi si dovevano salvare su questi oggettini: le Memory Card. Diffuse specialmente per PlayStation, erano minuscoli archivi esterni che consentivano di mantenere i propri salvataggi fissi in uno spazio esterno rispetto a quello della console.

Questo era ben prima del salvataggio automatico. Era l’epoca in cui, se non si salvava o se il gioco crashava, bisognava rifare tutto. E se la Memory Card si rompeva, veniva smarrita o peggio ancora si formattava per sbaglio, ogni progresso era perduto. Oggi non ce n’è più bisogno da anni, ma ce le ricordiamo tutte benissimo.

Ebbene, un tale Simon Lock si è lanciato nella grandiosa impresa di rintracciare e collezionare ogni modello esistente di Memory Card. E, dato che si tratta di dispositivi diffusi praticamente vent’anni fa, possiamo parlare a tutti gli effetti di archeologia dei media, che chiunque può praticare in casa propria svolgendo ricerche in solaio o in cantina.

Come ricorderete, di Memory Card ce n’erano tantissime diverse. E non parliamo di quelle “tarocche”, come si diceva al tempo, cioè prodotte da terzi a basso costo e puntualmente malfunzionanti. No, parliamo dei dispositivi Sony ufficiali: dallo standard grigio corrispondente al colore PSX ne erano spuntate di rosse, blu, gialle, trasparenti, nere.

LEGGI ANCHE:  Videogiochi come Netflix: Sony e Microsoft sono convinte

Ed eccole qui sopra. Lock sostiene di averle raccolte tutte, più o meno. Sembra che manchino un paio di esemplari di colore speciale diffusi da qualche parte in Giappone e oggi, come c’è da aspettarsi, introvabili. Ma per il resto a detta del collezionista la raccolta dovrebbe essere completa. Ed è fantastica, diciamolo chiaramente.

Un bel viaggio nel passato, insomma, alla riscoperta di oggetti che una volta erano per noi comuni e persino, diciamolo, scomodi. Mai avremmo pensato a qual tipo di nostalgia dei tempi andati avrebbero potuto rappresentare, un giorno. E scommettiamo che tutti voi, da qualche parte in casa vostra o dei genitori, una Memory Card dimenticata l’avete ancora.

Fonte: Kotaku