La Famiglia Addams: La serie di Tim Burton svelerà la storia di Mercoledì

Deadline ha rivelato che la serie Netflix dedicata alla Famiglia Addams diretta da Tim Burton si concentrerà sulla figura di Mercoledì

la famiglia addams, tim burton, mercoledì
Credits: Wikimedia Commons/ Gage Skidmore
Condividi l'articolo

Finalmente ci siamo. La serie Netflix basata su La Famiglia Addams diretta da Tim Burton ha un titolo: Mercoledì. Come dunque facilmente intuibile la storia verterà sulle avventure della primogenita di Morticia e Gomez, personaggio che nei film degli anni ’90 diretti da Barry Sonnenfeld era interpretata da Christina Ricci.

Deadline ha infatti rivelato che lo show sarà composto da 8 episodi e racconterà le avventure di Mercoledi Addams come studentessa alla Nevermore Academy. Li dovrà fare i conti con le sue capacità psichiche, con una follia omicida che sta terrorizzando la città e con un mistero che ha coinvolto al sua famiglia 25 anni prima.

La serie sarà scritta dai creatori di Smallville Al Gough e Miles Millar che fungeranno anche da showrunner insieme al visionario regista di Edward Mani di Forbice.

Quando abbiamo ascoltato per la prima volta l’idea di Al Gough e Miles Millar per Mercoledì siamo stati colpiti, come una freccia di una balestra, proprio nel cuore. Hanno mantenuto il tono, lo spirito ei personaggi, ma ci hanno dato una nuova visione in questa storia – ha detto Teddy Biaselli, direttore della serie originale di Netflix , definendo Mercoledì “il personaggio del lupo solitario definitivo”.

Abbiamo poi ricevuto la chiamata che il regista visionario e fan da sempre della Famiglia Addams Tim Burton che voleva fare il suo debutto alla regia televisiva con questa serie. Tim ha avuto una storia nel raccontare storie di potere su outsider sociali come Edward mani di forbice, Lydia Deitz e Batman. E ora porta la sua visione unica a Wednesday e ai suoi inquietanti compagni di classe alla Nevermore Academy

Che ne pensate? Siete contenti?

LEGGI ANCHE:  Dumbo, le prime recensioni segnano il trionfo di Tim Burton