Ricky Gervais: lo zoo non lo darà in pasto ai leoni da morto

No, Ricky Gervais non sarà dato in pasto ai leoni da dopo morto

Ricky Gervais
Ricky Gervais in The Office UK
Condividi l'articolo

Le “ultime volontà” di Ricky Gervais non saranno rispettate

La provocazione di Ricky Gervais risale a qualche tempo fa. Lo aveva detto a Conan O’Brien, via web: “Sarebbe bello essere dato in pasto ai leoni. Sarebbe bello restituire qualcosa. Mangiamo gli animali e distruggiamo gli habitat e il minimo che possiamo fare è restituire qualcosa“.

“Sarebbe bello vedere le facce dei turisti quando questo grasso, nudo corpo morto viene gettato via e mentre cade a terra qualcuno dice: ‘Non è il tizio di The Office?’” Ovviamente, il comico e attore inglese si riferiva a ciò che vorrebbe fosse fatto delle sue carni da dopo morto.

Un destino a quanto pare inattuabile, per scherzo o seriamente che sia. Lo zoo di Londra ha dichiarato, tramite la Chief Operating Officer, Kathryn England, che: “Ricky potrebbe essere un po’ vomitevole per i nostri leoni”. Ma poco male: siamo sicuri che quella di Ricky fosse solo una boutade delle sue.

LEGGI ANCHE:  Bufera su Ricky Gervais: "La transfobia resti fuori dai Golden Globe"

E però lanciandola, sempre in conversazione con Conan O’Brien, non ha potuto fare a meno di riflettere più seriamente sulla morte, del resto tema centrale di After Life, la sua serie di grande successo. “Sono rassegnato. Tutti moriremo. Non mi interessa essere morto perché tanto non lo saprei“. Il nostro solito Ricky Gervais.

Fonte: New Musical Express

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia Pensa, la Scimmia fa.

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.