Michael Moore: “Donald Trump deve essere arrestato ora, nessuna pietà”

Michael Moore ha mostrato alcuni scattati provenienti dall'assalto a Capitol Hill di ieri chiedendo l'arresto immediato di Donald Trump

michael moore, fahrenheit 11 9
Condividi l'articolo

Michael Moore ha condiviso attraverso i suoi account social lo sdegno per quanto accaduto ieri a Washington quando un gruppo di attivisti pro Trump hanno assediato Capitol Hill. Il regista di celebri documentari tra i quali Fahrenheit 9/11, ha spiegato di essere stato in contatto costante con politici di spicco durante l’attacco e ha chiesto l’immediato arresto dell’ex Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.

Sono stato in contatto personale per cinque ore durante questo assedio terroristico con il membro del Congresso Dan Kildee di Flint, Michigan, che era tra i 30 membri che sono rimasti nella camera della Camera, mentre era stato preso d’assalto dalla folla armata – spiega Moore. Ha mostrato attraverso il suo account come i parlamentari si gettavano terra terrorizzati per la loro vita. I colpi sono stati sparati. Una donna è morta. Bisogna avere a che fare con questi traditori nel modo più aggressivo affinché questo non accada più. E il loro leader traditore, Donald J. Trump, DEVE essere arrestato stasera. Nessuna scusa. NESSUNA pietà.

Il regista ha anche condiviso altri scatti e video provenienti direttamente dal centro dell’assedio con lo scopo di chiedere l’arresto di tutti coloro che ne hanno preso parte.

LEGGI ANCHE:  Michael Moore: "Trump Presidente? Colpa di Gwen Stefani"

Ognuno di questi terroristi deve essere rastrellato, arrestato e processato. Nessuna eccezione. Nessuna pietà – scrive Michael Moore. Se queste azioni non avranno conseguenze, vivremo con questo terrorismo per anni, decenni. Arrestare tutti i poliziotti che hanno collaborato. Arrestare Trump. Stasera. (Perché non abbiamo un meccanismo che permette alle forze dell’ordine di andare alla Casa Bianca e gettare un presidente criminale a terra, ammanettarlo, leggergli i suoi diritti, e trascinare il suo culo dispiaciuto fuori di lì?)

Video girato dal deputato Dan Kildee (D-Flint), inviato a me e che mostra come lui e altri membri si sono nascosti nella galleria House. Potete sentirli dirsi a vicenda per togliere i loro identificativi congressuali in modo che i terroristi non avrebbero saputo chi era un membro del congresso. Durante un colpo di stato, sarebbero stati i primi ad essere giustiziati. Nessuno nei media o nell’autorità ha preso sul serio i miei o altri avvertimenti. E ora questo. Accidenti a tutti voi.

Le parole di Moore si uniscono alla voce di molti volti celebri del mondo dello spettacolo che stanno attaccando quanto accaduto a Washington, come ad esempio Chris Evans (qui le parole del Cap).

LEGGI ANCHE:  Mark Ruffalo sull'addio di Trump: "L'incubo è finito"

Che ne pensate?

Per altre news e aggiornamenti continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news sul mondo del Cinema e delle Serie TV!