Morgan: “La mia esclusione da Sanremo? Il pacco di Natale”

Morgan si dice già escluso e si getta sulla classica

Morgan
Credits: marc resom / YouTube
Condividi l'articolo

Morgan si dice già escluso da Sanremo 2021 e si sfoga con la musica classica

Ci troviamo in ore febbrili durante le quali tutti stiamo cercando di capire se Morgan prenderà parte alla prossima edizione del Festival di Sanremo oppure no. Non lo sapremo per certo fino a domani. Ma, per una serie di motivi impossibili da spiegare a chi non abbia vissuto il 2020, la cosa è molto importante.

Una nota testata ha affermato che “voci di corridoio” vorrebbero l’esclusione di Morgan cosa fatta, per via di “scelte artistiche”. Il cantante ha condiviso l’articolo, un po’ come a confermare il fatto. Sembra riconfermarlo oggi con un lungo post polemico su Instagram. Ecco che cosa dice.

“All’indomani dell’annuncio della mia esclusione dalla gara del festival di Sanremo, che battezzeremo il pacco di Natale, o la balla di Mozart”, afferma iniziando una lunga frase senza finirla. “Per via della goliardica motivazione annessa ufficiosamente, ovvero per scelta artistica”.

LEGGI ANCHE:  Morgan mette all'asta il foglio col testo modificato di Sincero

“[Il] che scatena grande ilarità in quanto parole proferite da chi artista non lo è ma soprattutto non accompagnate da alcuna motivazione nel merito delle canzoni che sono state proposte, anche se ciò è logico perché tale commissione innanzi tutto non ha competenze in ambito musicale quindi non potrebbe argomentare”.

“Ma soprattutto perché credo che le canzoni non siano state ascoltate. E tutto questo è decisamente comico. Infatti il mio buon umore mi ha fatto venire voglia di compiere a mia volta una scelta artistica” dice il cantante. “Ovvero di pubblicare gratuitamente un album inedito al pubblico“.

Dopo aver quindi insultato la commissione Sanremese, il cantante annuncia la pubblicazione “per ripicca” di un album di: “riarramgiamenti [sic.] e di interpretazione in chiave moderna del repertorio della musica dal periodo barocco di Vivaldi e Scarlatti fino all’impressionismo francese di Ravel e Satie, passando ovviamente per Bach e Beethoven“.

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia Sente, la Scimmia fa.

LEGGI ANCHE:  Sanremo 2020, Morgan "I testi di Junior Cally sono brutti e volgari"
Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.