Edward Norton attacca Trump: “Mafioso che attacca la nostra Democrazia”

Su Twitter Edward Norton si è lasciato andare ad una serie di Tweet fiume con i quali ha attaccato pesantemente Donald Trump

edward norton, donald trump
Credits: Wiipedia/ Shealah Craighead - White House

Anche Edward Norton si aggiunge alla schiera di star hollywoodiane che si sono schierate apertamente contro l’ex Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. L’attore di American History X ha infatti pubblicato una serie di Tweet, divenuti immediatamente virali, con i quali ha attaccato l’ex tycoon per il modo non pacifico col quale, a sua detta, sta portando avanti il passaggio del potere a Joe Biden.

Io non sono un esperto politico, ma sono cresciuto con un padre che era un procuratore federale e mi ha insegnato molto – scrive l’attore. Sono anche stato seduto in una discreta quantità di partite di poker con giocatori seri e dirò questo: Non credo che Trump stia cercando di “rendere la sua base elettorale felice” o “Ponendo le basi per la sua rete” o che “il caos è ciò che ama”.

Il nocciolo di tutto è che sa di trovarsi in profondo pericolo legale e questo definisce ogni sua azione. Stiamo vedendo 1) un ritardo tattico della transizione per guadagnare tempo per la copertura e la soppressione delle prove 2) La creazione soprattutto, un finale disperato che consiste nello scatenare abbastanza caos e ansia per il trasferimento pacifico del potere, e la paura di danni irreparabili al sistema, che egli può ottenere un accordo in stile Nixon piuttosto di una concessione definitiva.

Ma lui non ha le carte. Il suo bluff dopo il flop’ è stato chiamato. Il suo bluff col turn sarà un’escalation e col river potrebbe essere davvero brutto. Ma deve essere chiamato .Non possiamo lasciare che questo mafioso spinga gli Stati Uniti a trovare un accordo con lui per salvarsi il culo minacciando la nostra democrazia. Questo è il suo gioco. Ma ha spazzatura in mano. Allora lo chiamiamo.

Posso accettare che sia un piagnucolone, imbronciato, petulante, guastafeste, vendicativo che mostra il dito medio a tutto il paese per puro dispetto, senza un solo pensiero per i morti e i malati.

Ma il suo attacco spregevole, traditore e sedizioso alla stabilità del nostro patto politico non riguarda il 2024, l’arricchimento personale o qualsiasi altra cosa che non sia il tentativo di usare il caos e la minaccia alla base del sistema come leva per il commercio e per avere un’uscita sicura. Chiamiamo. Il suo. Bluff.

La fede nella forza delle nostre sacre istituzioni e dei principi fondanti è severamente allentata, terranno. Lo faranno. Se ne sta andando, con grazia e infamia. Ma se trattiamo con lui, concedendogli qualche accordo mediato, saremo vulnerabili al suo ritorno. Non possiamo indietreggiare.

Cosa ne pensate di queste parole di Edward Norton (qui la recensione di Motherless Brooklyn, suo ultimo film)?

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.Com!