Donald Trump prende in giro Pavarotti: “Non sono una diva come lui”

Donald Trump sulla sua amicizia/inimicizia con Pavarotti

Trump
Credits: MarquesEunice / YouTube; 60 Minutes / YouTube
Condividi l'articolo

Donald Trump si fa beffe dello scomparso tenore italiano

Donald Trump decide di richiamare la memoria di Luciano Pavarotti, scomparso nel 2007, per distinguersi dai suoi capricci “da diva”. Durante un comizio sotto la neve in Michigan, Trump sfrutta l’esempio di Pavarotti per dire che a differenza sua lui non si lamenta delle condizioni difficili ed è presente al comizio nonostante il tempaccio.

C’è un aneddoto specifico al quale il presidente in carica degli Stati Uniti fa riferimento. Riguarda i suoi giorni da miliardario spensierato e le sue amicizie altolocate. Nel lontano 2000 Trump invitò Pavarotti a cantare ad un suo casinò ad Atlantic City, il Taj Mahal, e lì si conobbero.

Trump, orgoglioso della presenza del celebre tenore, ne parlò persino al prestigioso New Yorker. “È il cantante più pagato del mondo, un milione di dollari a sera. Impossibile da avere, ma se lo chiamo, lo fa per me, e per molto meno. E sai perché? Perché mi ama, mi rispetta“.

LEGGI ANCHE:  Roger Waters protesta contro Trump durante il Rock In Roma

Se non che, durante il concerto, il cantante dovette fermarsi a causa di un problema con la voce. “Non mi sento bene, sono raffreddato” avrebbe detto a Trump per giustificarsi, dopo aver incassato un compenso di un milione e mezzo di dollari ma offrendosi di tornare a titolo gratuito l’anno dopo”.

Trump, uno poco abituato a sentirsi dire di no, evidentemente non la prese bene. Anche perché i presenti tra il pubblico avevano dovuto pagare mille dollari a testa per entrare e alla serata partecipava anche Melanija Knavs, allora solo fidanzata di Trump ma futura first lady.

“Donald, Donald, Donald stasera non canto, me ne vado” dice Trump tra le risate al pubblico del Michigan. “Una voce incredibile, e io gli piacevo, era terribile verso altra gente, ma non con me”, racconta ancora il presidente, rimarcando comunque l’amicizia con il tenore ma asserendo: “Non sono una diva come lui”.

Fonte: Il Fatto Quotidiano

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia Sente, la Scimmia fa.

LEGGI ANCHE:  John Dolmayan difende Trump: "Lo hanno attaccato per cinque anni"