Quando Leonard Cohen disse: “Kanye West non è Picasso”

Ecco la poesia di Leonard Cohen dedicata al rapper più famoso del mondo

Leonard Cohen
Credits: LeonardCohen / YouTube

Leonard Cohen aveva scritto un significativo poema sul rapper di Chicago

Vi siete mai chiesti cosa pensasse Leonard Cohen di un personaggio come Kanye West? Parliamo di due artisti per certi versi agli antipodi. Da una parte uno dei grandi poeti della storia della musica, attivo fin dagli anni ’60. Dall’altra un artista estroso e per certi versi folle che non può fare a meno di far parlare di sé.

Quello che non si sapeva e che si sa ora è che Cohen, poeta produttivo anche negli ultimi anni della sua vita, aveva dedicato un bizzarro poema proprio a Kanye. La disincantata poesia, che potete leggere qui sotto, si intitola “Kanye West Is Not Picasso”: Kanye West non è Picasso.

Il contenuto spazia dalla critica all’ironia, ma in linea di massima sembra trasparire una certa incomprensione generazionale. Incomprensione espressa dall’autore di Hallelujah nei confronti di un artista più giovane del quali egli, Cohen, sembra deciso a ridurre la presunta importanza.

D’altra parte potrebbe trattarsi di una specie di presa in giro della propria generazione quanto di quella nuova. Oppure, della presa in giro del concetto stesso di importanza artistica attribuita dal pubblico ad “innovatori” come Kanye. Qui comunque potete farvi un’idea da voi.

“Io sono Edison. Io sono Tesla”

La poesia risale al marzo del 2015, quando Yeezy era già estremamente famoso e acclamato da pubblico e critica dopo aver pubblicato un album come My Beautiful Dark Twisted Fantasy. La sua fase musicale “bipolare” era già iniziata e Kanye era un artista ultra-discusso allora come oggi.

“Kanye West non è Picasso / Io sono Picasso” recita la poesia “Io sono Edison / Io sono Tesla”. Cohen toglie a Kanye, dalla sua prospettiva di artista reduce della beat generation, qualunque pretesa di originalità: non ha inventato nulla, è stata la vecchia generazione a inventare tutto.

“Jay-Z non è il Dylan di niente / Io sono il Dylan di tutto” aggiunge, prendendo di mira non a caso uno dei più fedeli compagni di Kanye, che con lui ha condiviso “il trono” in Watch the Throne, acclamato album del 2011. “Io sono il Kanye West di Kanye West” arriva addirittura a dire il compianto poeta.

“Io sono il Kanye West che Kanye West pensa di essere” prosegue la poesia “Io sono il vero Kanye West [qui sembra esserci un riferimento a The Real Slim Shady di Eminem] / Non vado più in giro molto spesso / Non l’ho mai fatto / Nasco solo dopo una guerra / E non l’abbiamo ancora avuta”. A voi i commenti.

Fonte: Consequence of Sound

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.