Disney: “Niente più pubblicità su Facebook, consente la diffusione all’odio”

Topolino boicotta Facebook: niente più pubblicità per Hulu e Disney+

Disney+ logo
Disney+ e Hulu: niente più pubblicità su Facebook

The Walt Disney Company darà meno soldi al colosso dei social Network!

Disney è l’ultima di una lista crescente di aziende a investire meno in pubblicità su Facebook. Durante il fine settimana di questo luglio 2020, il Wall Street Journal ha riportato che la Casa di Topolino – negli Stati Uniti – sta togliendo tutta la sua pubblicità dal social media per due dei suoi prodotti più grandi, ovvero Disney+ e Hulu. Nella prima metà dell’anno, Disney è stata la più grande “spendacciona” della piattaforma, con oltre 210 milioni di dollari spesi in pubblicità.

Il boicottaggio – che secondo il Journal sta portando Disney a tagliare “drasticamente” tutte le rimanenti spese pubblicitarie – fa parte della campagna #StopHateForProfitCampaign. Si tratta di un movimento che mira a boicottare le aziende che continuano a fornire piattaforme a chi diffonde discorsi che incitano l’odio. Ad oggi, altre aziende che hanno boicottato Facebook eliminando la loro pubblicità includono Acura, Coca-Cola, Microsoft, Starbucks, Target, Unilever e Verizon.

Una portavoce di Facebook ha detto a Variety che l’azienda stanzia miliardi di dollari ogni anno per sviluppare una tecnologia che aiuti a fermare la diffusione del discorso dell’odio.

Investiamo miliardi di dollari ogni anno per mantenere la nostra comunità al sicuro e lavoriamo continuamente con esperti esterni per rivedere e aggiornare le nostre politiche. Sappiamo di avere più lavoro da fare e continueremo a lavorare con i gruppi per i diritti civili e altri esperti per sviluppare ancora più strumenti, tecnologia e politiche per continuare questa lotta.

Leggete anche:

Continuateci a seguire su LaScimmiaPensa.com!