Kidding: cancellata la serie con Jim Carrey dopo solo due stagioni

Cancellata la serie con Jim Carrey che era già un cult

Kidding
Jim Carrey nella serie Kidding

Fine della corsa per la serie dark comedy Kidding, con Jim Carrey, in onda su Showtime dal 2018.

“Dopo due stagioni, Kidding ha finito la sua corsa su Showtime“. Così il network americano annuncia la fine dell’acclamata serie con Jim Carrey, aggiungendo: “Siamo orgogliosi di aver trasmesso questa serie immaginativa e acclamata dalla critica“. In Kidding si è potuto vedere il primo ruolo televisivo di Jim Carrey in oltre vent’anni. Un ruolo che ora sembra essere stato definitivamente soffocato.

Nella serie inoltre Carrey collaborava con Michael Gondry (qui produttore), che ricorderete di sicuro come regista di Eternal Sunshine of the Spotless Mind, uno dei migliori film degli anni ’00, scritto da Charlie Kaufman. La serie seguiva un’impostazione non troppo lontana dal film, a tratti vicina al surreale, ma curandosi di approfondire psicologicamente il personaggio protagonista e le vicende attorno a lui.

In Kidding il personaggio interpretato da Jim Carrey è Mr. Pickles, alias Jeff Piccirillo, amato presentatore di uno show per bambini. Costui, mostrandosi allegro e giovale nel suo rinomato programma, deve in realtà affrontare una vita personale e privata piena di problemi, appesantita da tragedie e difficoltà anche professionali. La serie gioca proprio sul contrasto tra queste due “vite” di Jeff Pickles.

La ricerca dell’identità è un tema che è sempre stato attraente per me” ha detto Jim Carrey nel 2018, all’inizio della serie “C’è decisamente qualcosa in quest’opera che mi richiama. [Lo show] cerca di appigliarsi all’idea dell’ego“. Le motivazioni della cancellazione della serie non sono state rese chiare, né si paventa per ora l’ipotesi che lo show venga ripreso e continuato da un altro network, come per esempio Netflix.

Fonte: Variety

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, la Scimmia pensa, la Scimmia fa.