L’assurda teoria del complotto secondo cui Beyoncé sarebbe in realtà italiana

Tutte le cose che non sappiamo di Beyoncé, episodio uno

Beyoncé
Credits: Thephilipmicah / Wikipedia

Beyoncé non sarebbe nera, ma di origine italiana. E dietro ci sarebbero Soros, gli Illuminati e i satanisti. Preparatevi alla teoria del complotto più divertente e fantasiosa del mese.

Ormai non occorre essere necessariamente dei fan sfegatati di Beyoncé Knowles per sapere di chi si tratta. La cantante, originaria di Houston, in Texas, è sempre stata un giovane e promettente prodigio dell’R&B americano, così come sua sorella Solange. Dal successo con la girl-band Destiny’s Child (famosa la loro Survivor) ad una carriera solista dai felici risultati, dal matrimonio e la partnership artistica con Jay-Z a lavori pop sorprendentemente maturi come Lemonade (2016), Bey è diventata una delle protagoniste indiscusse della musica degli ultimi vent’anni. Ma è davvero tutto qui? A quanto pare no, almeno per quanto riguarda tale KW Miller, candidato della Florida per il congresso degli Stati Uniti. Costui, in piena deriva complottista, ha condiviso una serie di tweet uno più esilarante dell’altro, tirando in ballo quante più assurde teorie possibili su Beyoncé.

Soros, satanismo, Bill Gates e chi più ne ha, più ne metta

Si parte dalla presunta falsità etnica: Bey non sarebbe afro-americana ma italiana, e infatti il suo vero nome sarebbe Ann Marie Lastrassi. E perché celerebbe questo nome? Ma naturalmente per aderire al famigerato progetto Deep State di George Soros, ovvio. Il politico della Florida avvisa Bey, scoperta questa verità (non si sa come) di essere “ON NOTICE” (caps lock nel tweet). E prosegue: “Lo sapete tutti, spero, che la canzone Formation di Beyoncé era un messaggio segreto codificato per i globalisti? La canzone ammetteva chiaramente che lei [Beyoncé] era demoniaca e che adorava [Satana] nelle chiese sataniste in Alabama e in Louisiana. Tiene un simbolo satanista nella sua borsa“. E tocco finale: “Nella canzone satanista Formation Beyoncé annuncia l’arrivo di un Bill Gates nero. Di conseguenza, nel 2020 vediamo Black Lives Matter terrorizzare il paese mentre Bill Gates spinge per un vaccino per il COVID-19“. E ce n’è ancora, ma non abbiamo lo stomaco di proseguire. Riprendiamo quanto dice la fonte: qualunque cosa questo KW Miller abbia fumato, ne vogliamo anche noi.

Fonte: Hot New Hip Hop

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.