5 Film che durano più di 5 ore, per una quarantena infinita

Siete a corto di materiale per trascorrere la quarantena? Volete opere che vi occupino giornate intere? Allora siete ne posto giusto

the clock, un film che dura una giornata
The Clock, un'opera da 24 ore
Condividi l'articolo

Esistono film, che voi ci crediate o meno, che durano più di cinque ore. Opere mastodontiche, che esulano dalla normale concezione di cinema, e che spesso vanno a descrivere l’esistenza umana. Sebbene la lunghezza possa risultare un problema per chiunque, anche per l’individuo più resistente o avvezzo a certi meccanismi, nulla vieta di poter affrontare la visione con la stessa metodologia di una serie tv. La frammentazione di questi film infatti, dato il loro minutaggio eccessivo, è quasi obbligatoria e spesso incoraggiata persino dai loro stessi autori. Dichiarazioni che rivelano alcuni degli intenti insiti in queste operazioni, che non solo altro che degli esperimenti, volti a superare i limiti e le normali concezioni che spesso quest’arte si autoimpone. Scelte tanto criticabili, quanto affascinanti, che, per chi sceglie di avere la giusta pazienza, possono rivelarsi delle preziose rivelazioni. Ecco quindi 5 film che superano le 5 ore:

1. La Commune (Paris, 1871) – Peter Watkins (2000) DURATA: 5:45h

Film che durano più di 5 ore: La Commune (Paris, 1871) di Peter Watkins (2000)
Una scena di La Commune (Paris, 1871)

Accolto da un plauso universale sia di critica che di pubblico, La Commune è una rivisitazione storica, a stampo documentaristico, di uno dei momenti più cruciali della storia moderna francese. Girato in soli 13 giorni e con attori non professionisti, si pone come obiettivo principale quello di far luce su uno degli aspetti più oscuri e meno esplorati della formazione della classe operaia europea. Esiste anche una versione più corta e per i meno coraggiosi che sfiora le 3:30h. Un film politico e sociale, che fa di questi stessi temi il suo motivo d’esistenza e di realizzazione.

LEGGI ANCHE:  Lav Diaz e il suo nuovo progetto: When the waves are gone

2. Sátántangó – Béla Tarr (1994) DURATA: 7:30h

Film che durano più di 5 ore: Satantango (1994) di Bela Tarr
Una scena di Satantango (1994)

L’Opera più mastodontica e lunga del regista ungherese Béla Tarr. Sátántangó è un’opera suddivisa in dodici parti e che segue, almeno al livello di metrica narrativa, la struttura del noto ballo argentino, il tango. Sei passi avanti, altrettanti indietro; i capitoli del film seguono al livello di logica i movimenti della danza in questione, raccontando le vicende di una fattoria ormai al collasso. Un lavoro esistenzialista che mostra sia la storia di dodici individui, privi di alcun futuro, che la loro rassegnazione a questa misera condizione. Un’odissea nel dolore, nella povertà e nella cuore di un popolo.

3. Evolution of a Filipino Family – Lav Diaz (2001) DURATA: 10:43h

Film che durano più di 5 ore: Evolution of a Filipino Family, Lav Diaz
Evolution of a Filipino Family film da record Lav Diaz

Lav Diaz, autore noto per i suoi film mastodontici, realizza questa odissea per dare alla luce un ritratto quanto mai fedele ed autentico della vita contadina della sua stessa nazione. Compreso storicamente tra il 1971 ed il 1987, narra le vicende di un piccolo clan agricolo ed implicitamente della storia di un intero paese.

LEGGI ANCHE:  Top 15 – I Film più attesi della 74° edizione del Festival di Venezia 2017