Lav Diaz e il suo nuovo progetto: When the waves are gone

Condividi l'articolo

La brutta notizia è che sarà difficile, se non impossibile, vederlo al prossimo Festival di Venezia, quella buona è che il suo nuovo progetto When the waves are gone  ha vinto il 2016 Paris Co-Production Village Award al 20° Hong Kong Asia Film Financing Forum (HAF), il premio consiste nel finanziare e co-produrre il film vincitore. Proprio la produttrice Bianca Balbuena ha detto: “Il premio dà ai registi l’opportunità di far conoscere i loro progetti già pianificati ai potenziali finanziatori, coproduttori, agenti di vendita e distributori” e ha aggiunto che “sono proprio gli stranieri che cercano sempre di informarsi sul nuovo progetto di Lav”. Probabilmente premiarlo con il Leone d’Oro non è stata una scelta tanto sbagliata come alcuni avevano azzardato (molti senza nemmeno aver visto il film).

Per far partire la produzione il regista filippino deve aspettare giugno e attendere il Paris Co-Production Village in concomitanza con il Festival del Cinema di Champs-Élysees.

LEGGI ANCHE:  Slaughter - La Mattanza: la Recensione del violento horror italiano

Sempre Bianca Balbuena (che sta producendo il film con Bradley Liew) ha dato una piccolissima informazione relativa alla sinossi del film “sarà una storia di vendetta, spargimenti di sangue e di una femme fatale” e “come i suoi film precedenti, questo affronta il dolore del passato e la ricerca dell’anima filippina”.

Dopo il Leone d’Oro a Venezia per The Woman Who Left e l’Orso d’Argento Alfred Bauer a Berlino per A lullaby to the sorrowful mystery, le aspettative sono altissime e siamo convinti che il maestro filippino ci donerà un’altra grandissima opera.