5 film da vedere su Netflix – Febbrario 2020 [LISTA]

5 Film da vedere su Netflix; cinque opere affascinati ed interessanti, che meritano di essere scoperte e visionate da tutti

Film da vedere su Netflix

Bentornati alla nostra rubrica 5 film da vedere su Netflix!

Netflix è una piattaforma che viene costantemente sottovalutata da parte del pubblico e molto spesso senza alcun tipo di fondamento. Il catalogo infatti, non solo presenta diversi titoli meritevoli, ma anche grandissimi film che son entrati per merito nella storia del cinema. Opere assolutamente da non perdere e lavori che non possono sfuggire ai veri appassionati della settima arte. Una lista di creazioni in grado di spaziare attraverso i generi, gli stili e i target, fornendo sempre il giusto prodotto al pubblico di riferimento.

Ecco quindi, 5 film da vedere su Netflix:

1) Uncut Gems –  Josh e Benny Safdie (2019)

Film da vedere su Netflix

Howard Ratner, protagonista di Diamanti Grezzi, interpretato da un Adam Sandler al meglio delle sue capacità, è un gioielliere di New York che entra in possesso, attraverso loschi affari, di un opale nero allo stato grezzo. Una pietra che potrebbe risollevare le sue disastrose condizioni economiche, causate dal suo stile di vita da giocatore d’azzardo, ma che finisce solo con l’imbarcarlo in una rovinosa odissea. I fratelli Josh e Benny Safdie, dopo il successo di Good Time, tornano nuovamente a dipingere la vita urbana, caotica e notturna, di uomini, più o meno ordinari, destinati a viaggi “danteschi”.

2) A Quiet Place – John Krasinski (2017)

Film da vedere su Netflix

A Quiet Place di John Krasinski è un film atipico sia per il genere di riferimento, che per la sotto-categoria a cui appartiene. Un’opera che, invece di sovraccaricare il corpo del film, procede in senso opposto, andando ad omettere i dialoghi e la loro funzionalità. Il suono in questo survival horror è quindi il vero protagonista, un giudice di vita e di morte, in un mondo post-apocalittico dove ogni cosa si può rivelare fatale, anche la più semplice. Tensione e ansia fanno da padrone in questo anti-viaggio verso una redenzione ed una normalità, ormai quasi impossibili da ottenere.

3) The Host – Bong Joon-ho (2006)

Bong Joon-ho, prima del successo di Parasite e dopo l’acclamazione di Memories of Murder, realizza il monster movie The Host. In quest’opera, che precede anche Okja, tornano protagonisti non solo alcuni temi cari al regista, ma anche vari discorsi di natura ambientale. La creatura protagonista infatti è la diretta conseguenza di alcuni errori, o meglio di mosse poco responsabili ed ecologiche, dell’essere umano. Il freaks, come in altri film del regista, non è mai il vero essere mostruoso, almeno non quanto chi lo ha creato.