Donald Trump disprezza Parasite: “Come può vincere un sudcoreano?”

Dal palco di un comizio in quel del Colorado, Donald Trump non risparmia critiche a Parasite e all'Academy.

Donald Trump
Credits to: Gage Skidmore, Wikicommons
Condividi l'articolo

Un commento al vetriolo, quello lanciato dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump, nei confronti del pluripremiato Parasite, il film di Bong Joon-ho. Nello specifico, il biondissimo presidente non si capacita come sia stato possibile che a vincere l’ambita statuetta dell’Academy sia stato un film sudcoreano.

“Abbiamo avuto molti problemi commerciali con la Corea del Sud e l’Academy gli ha dato l’Oscar. Come diavolo è possibile che vinca un film sudcoreano? Ridateci Via Col Vento, Sul Viale Del Tramonto. È tempo di tornare ai grandi classici. L’Academy Awards ha fatto davvero male” 

Durante il comizio in quel del Colorado, Donald Trump ha anche rincarato la dose, attaccando Brad Pitt, che si è detto deluso per il mancato impeachment. Senza troppi giri parole, il presidente degli Stati Uniti l’ha definito come “Saputello“, chiudendo lì la questione.

Nel frattempo, si è anche lasciato andare ad un’imitazione della cerimonia di premiazione durante il menzionato comizio, ricevendo anche un’ovazione del pubblico che si trovava lì. Fa sorridere il fatto che abbia citato Via Col Vento, un film da molti ritenuto razzista per l’uso di stereotipi razzisti decisamente evidenti nella rappresentazione degli afroamericani. Una gaffe voluta?

LEGGI ANCHE:  Stormy Daniels, la pornostar nemica di Trump, è stata arrestata

Non si è fatta attendere la risposta durissima della Neon, l’azienda che ha distribuito Parasite. Utilizzando Twitter, infatti, ha compreso la situazione e il commento di Donald Trump affermando che non sappia leggere.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!

Classe '89, laureato al DAMS di Roma e con una passione per tutto ciò che riguardi cinema, letteratura, musica e filosofia che provo a mettere nero su bianco ogni volta che posso. Provo a rendere la critica cinematografica accessibile a tutti, anche al "lattaio dell'Ohio".