John Travolta ha scoperto un errore in C’era una volta a Hollywood

John Travolta ha notato un errore storico in C'era una vola a Hollywood di Quentin Tarantino, conosciuto grazie alla sua partecipazione in Pulp Fiction

C'era una volta a Hollywood, John Travolta, errore

Lo avete notato anche voi? Nel nuovo film di Quentin Tarantino C’era una volta a Hollywood ci sarebbe un falso storico. La cosa buffa è che ad averlo notato è stato nientepopodimenoche il famosissimo attore John Travolta.

Travolta ha recitato in numerosi film tra cui l’iconica pellicola Pulp Fiction del 1994. A questo film l’attore americano è molto legato visto che è riuscito a far ripartire la sua carriera dopo un periodo di stallo. Il regista era proprio Quentin Tarantino, suo amico e regista anche dell’ultimo successo cinematografico C’era una volta a Hollywood.

L’errore storico

In a Q&A con TheWrap riguardo al suo nuovo film The Fanatic, John Travolta ha detto di aver trovato un errore durante una scena dell’ultimo film di Quentin Tarantino.

In una delle ultime sequenze, Leonardo DiCaprio, che interpreta il personaggio di Rick Dalton, torna ad Hollywood dall’Italia su un aereo… che però non dovrebbe esistere! Infatti il film è ambientato nella Los Angeles del 1969, mentre l’aereo del film, al contrario, è dell’anno successivo.

“Leonardo sta tornando dall’Italia o dovunque fosse stato, il narratore dice che sarebbe salito su un 747. Beh, il 747 ha effettuato il suo primo volo di prova nel febbraio del 1969, per diventare operativo solo nel 1970, nove mesi doi dopo! Avrebbe dovuto essere su un Boeing 707!”

John Travolta, infatti, non solo è un attento osservatore ma anche un grande appassionato di aerei ed esperto pilota. L’attore statunitense possiede quattro jet privati e il suo volo con Oprah Winfrey durante un talk show nel 2010 è diventato famoso in tutto il mondo.

Nostalgia canaglia

John è arrivato ad Hollywood proprio nel 1969 ed è rimasto molto impressionato da come Tarantino è riuscito a ricreare l’atmosfera di quegli anni. Questo gli ha fatto riaffiorare molti ricordi di quel periodo della sua vita:

“Ricordo che ero in città quando tutto questo è accaduto. Ricordo di essere stato davvero spaventato dall’omicidio di Sharon Tate. Ha scatenato molti più ricordi reali di qualsiasi altra cosa dalle riprese di Pulp Fiction. Ero lì insieme a un sacco di altra gente e questo è il potere del cinema di Quentin. Come ha fatto con Bastardi senza gloria è in grado in qualche modo di riparare la nostra storia”.

Nonostante questo piccolo errore storiografico, C’era una volta a Hollywood rimane una delle più belle novità di questo 2019, ne parliamo anche qui.

Potrebbe interessarti anche:

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news e approfondimenti.