The Irishman, Scorsese spiega perché non va visto come una serie tv

Martin Scorsese non ci sta e attacca chi avrebbe voluto il film in due parti e spiega il perché dovremmo vederlo senza interruzioni

the irishman cinema
Una scena di The Irishman

In molti hanno avuto la possibilità di vedere The Irishman al cinema, ciò vuol dire che gli spettatori sono stati seduti per più di tre ore sulla poltroncina senza soluzione di continuità godendosi tutto d’un fiato la nuova acclamatissima opera di Martin Scorsese.

D’altra parte, moltissime persone hanno aspettato, chi per scelta chi per mancanza di tempo, l’uscita su Netflix il 27 settembre. Proprio la fruizione attraverso il colosso streaming statunitense ha portato a galla un problema sottolineato anche dallo stesso regista: molti spettatori hanno preferito spezzettare il film come se fosse una miniserie.

Tramite un’intervista rilasciata a “EW”, Scorsese ha detto la propria su questo tipo di approccio considerandolo sbagliato e non in linea con la natura del prodotto. Ecco le sue parole:

“Potrebbero dire ‘è un film molto lungo avrebbe potuto spezzettarlo in due parti’ e ho letto molti commenti di questo tipo. Assolutamente no! Non ho mai concepito il film come una serie tv, poiché l’obiettivo dell’opera è l’accumulazione di dettagli.”

Per Scorsese, quindi, The Irishman va visto senza lunghe interruzioni, pena la mancata assimilazione delle numerose sfumature che fanno dell’opera una lavoro maestoso. Se, invece, siete ancora convinti di poter spezzettare il film a vostro piacimento, ecco una piccola guida che fa al caso vostro.

Potrebbero interessarti anche:

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.Com per altre recensioni e approfondimenti!