Venezia 76, Codacons attacca Luca Marinelli: “Imbarazzante”

luca marinelli
luca marinelli in un frame del film Martin Eden

Luca Marinelli, lo zingaro de Lo chiamavano Jeeg Robot, ha vinto la Coppa Volpi come miglior attore all’ultimo festival del cinema di Venezia, per la sua performance nel film Martin Eden, adattamento dell’omonimo libro di Jack London.

A premiare l’attore è stato il regista Paolo Virzì, uno dei più importanti professionisti del nostro paese. A far discutere è stato sia il premio, vinto Luca Marinelli, ma che in molti auspicavano essere assegnato a Joaquin Phoenix per il suo Joker, quanto le dichiarazioni dell’attore a seguito del ritiro della coppa.

Leggi anche: Diabolik, ecco il cast ufficiale

“Ringrazio il festival e la giuria. E’ un’emozione gigantesca ricevere questo premio da voi, prima che vi rendiate conto dell’errore. Grazie al mio regista per la sua onestà e coraggio, mi ha dato fiducia e mi ha regalato questa avventura, tutto il cast e la troupe. Napoli che si è donata corpo e immagine a questo film.”

Vorrei ringraziare fratelli, sorelle, maestri e maestre e poi vorrei ringraziare mia moglie e i miei due figli che accarezzano la mia anima con i loro sorrisi. Ho questo premio tra le mani grazie a Jack London che ha creato questo meraviglioso marinaio in cerca della verità.

Per questo voglio dedicare a tutte le persone splendide che sono in mare a salvare persone che fuggono da situazioni terribili e per evitare che facciamo figure pessime con noi stessi e con il mondo. Viva l’umanità  e viva l’amore.”

Sia sull’assegnazione del premio che sulle dichiarazione di Luca Marinelli, ha avuto parole durissime la Codacons, furiosa con la giuria della premiere.

Leggi anche: Martin Eden. La recensione

“La Coppa Volpi come miglior attore a Luca Marinelli rappresenta una delle pagine più imbarazzanti della storia del cinema italiano. Continuano ad arrivare al sito del Codacons messaggi di protesta perché, in modo del tutto imprevedibile, il premio come miglior attore non è andato alla splendida interpretazione di Joaquin Phoenix per il suo ruolo in Joker. Il Codacons intanto si ripropone di consegnare alla prima occasione utile un riconoscimento di scuse a Joaquin Phoenix a nome di tutti i veri italiani appassionati di cinema.”

C’è da dire che queste proteste della Codacons hanno poco senso di esistere, in quanto secondo il regolamento della Biennale del Cinema di Venezia, uno stesso film non può ricevere che uno solo dei premi previsti dal RegolamentoIl regolamento porrebbe come unica eccezione proprio il premio al miglior attore, ma solo nel caso in cui lo stesso film non abbia vinto il Leone d’Oro.

Vien da se che, avendo Joker vinto il Leone d’Oro, la Coppa Volpi, per regolamento, non sarebbe stata potuta essere assegnata a Joaquin Phoenix, in ogni caso.

Sul discorso politico di Marinelli, la Codacons non è stata più delicata, riportando le frasi di un utente:

 “Luca Marinelli nel suo discorso di ringraziamento (leggendo un testo già pronto!) si è abbandonato ad un pistolotto politico sulla questione dei migranti. La politica non può entrare a gamba tesa nei verdetti della giuria.”

Fonte: Sito ufficiale Codacons