Captain Marvel, l’incredibile easter egg che omaggia Pulp Fiction

Pulp Fiction
Pulp Fiction

L’ultimo film Marvel Studios nei cinema con protagonista Samuel L. Jackson ha un paio di riferimenti a Pulp Fiction nascosti

Se n’è accorto un fanboy che ha twittato i due omaggi a Pulp Fiction. Come saprete, Samuel L. Jackson nel 1994 ha interpretato il personaggio di Jules Winnfield nel film Pulp Fiction diretto da Quentin Tarantino. Il film è un cult del cinema che è stato anche nominato a ben 9 premi BAFTA vincendone 2 (Sceneggiatura e attore, proprio a Samuel L. Jackson), a 6 Golden Globe e a 7 premi Oscar vincendo, in entrambi i casi, quello per la sceneggiatura originale scritta da Quentin Tarantino e Roger Avary.

Leggi anche: Stan Lee – 10 cose che non sapevi sul padre della Marvel

Il fatto che il personaggio di Nick Fury, interpretati da Samuel L. Jackson, sia ricorrente nell’universo cinematografico Marvel ha dato modo ai realizzatori dei film Marvel di omaggiare questo iconico personaggio di Pulp Fiction, che – a detta dell’attore – è il suo preferito di sempre. Se ricordate, in Captain America: The Winter Soldier Pulp Fiction viene omaggiato nel finale quando i protagonisti si ritrovano su quella che dovrebbe essere la sepoltura di Nick Fury, dato per morto durante il film: La dicitura della lapide riporta la scritta Ezechiele 25:17, il cammino dell’uomo timorato che in Pulp Fiction veniva ripetuto spesso da Jules.

L’omaggio di Captain America: The Winter Soldier a Pulp Fiction

Adesso è Captain Marvel a suggerire due citazioni, ecco il tweet del fan Marvel:

Come potete vedere, nella prima immagine l’omaggio è più diretto. La seconda propone la stessa inquadratura effettuata da Quentin Tarantino in Pulp Fiction.

Leggi anche: Captain Marvel ribalta i ruoli a suon di esplosivi fotoni: e vince la scommessa

Ci saranno in Captain Marvel altre citazioni ai cult anni ’90? Continuate a seguirci per ulteriori aggiornamenti su LaScimmiaPensa.Com.