Profumo: Storia di un assassino, 6 curiosità sul film

Profumo: Storia di un assassino è un film del 2006 diretto da Tom Tykwer. Scopriamo alcune curiosità sul thriller che probabilmente non conoscevate.

profumo storia di un assassino
Condividi l'articolo

Profumo: Storia di un assassino è un film del 2006 diretto da Tom Tykwer. Ecco alcune curiosità sul thriller che probabilmente non conoscevate.

Iniziamo da quello che sicuramente saprete. Profumo: Storia di un assassino (stasera alle 23:48 su Iris) è tratto dal romanzo Il profumo di Patrick Süskind. Questo sarà riadattato per Netflix in una serie TV.

profumo storia di un assassino
Profumo: storia di un assassino

Profumo: Storia di un assassino, le curiosità sul film

1) La Puzza di Pesce

La scena al mercato del pesce  è stata girata nel quartiere gotico di Barcellona, in Spagna. Durante le riprese sono stati utilizzati due tonnellate e mezzo di pesce e una tonnellata di carne. In seguito è stato riportato dagli abitanti della zona che la puzza di pesce si sentiva nell’aria per quasi dieci chilometri.

2) Budget da record

Si registra che nel 2006 è stato il film più costoso mai fatto in Germania. Viene riportato che il budget è stato di circa 60 milioni di dollari. Il film ne ha poi incassati in tutto il mondo ben 135.

LEGGI ANCHE:  10 film ambientati a Barcellona (in ordine di gradimento)

3) Il profumo che da alla testa

Il protagonista viaggia alla ricerca delle migliori fragranze. In Profumo: Storia di un assassino si vedono molte creazioni uscire dalle mani del protagonista. Il trucco era che c’erano dei tubi che spruzzavano queste sostanze. Ma la curiosità è che erano veri profumi, perché il regista, inizialmente, decise che l’attore doveva immedesimarsi nella parte anche dal punto di vista olfattivo. Ma dopo alcuni ciak, sul set iniziava a tutti a girare la testa. Il regista quindi dovette sostituire il profumo vero con acqua colorata.

3) I Nirvana

Kurt Cobain ammise che la canzone Scentless apprentice è ispirata al libro che il cantante portava sempre con se.

4) La regia

Per la regia c’erano in ballo i nomi di Tim Burton e di Ridley Scott. All’acquisizione dei diritti erano anche interessati Martin Scorsese, Milos Forman e Stanley Kubrick. Ma l’autore del romanzo, datato 1985, era scettico e non ha mai voluto vendere i diritti del libro fino a quando non decise nei primi anni duemila di farlo, cedendo alle proposte degli studios.

LEGGI ANCHE:  Profumo – Storia di un assassino diventa una serie Netflix

5) Harry Potter

Alan Rickman e Sir John Hurt avevano già lavorato insieme nella saga di Harry Potter. Rispettivamente nei ruoli del professor Severus Piton e in quello di Olivander.

6) L’orgia (contiene spoiler)

Nell’ultima parte del film si svolge una scena all’aperto dove un mucchio di gente fa sesso. La scena si svolge a Barcellona e ha richiesto una settimana di riprese per essere terminata. Secondo il sito ufficiale c’erano circa 750 comparse. A queste si aggiungevano 50 ballerini principali e altri 100 esperti che sarebbero apparsi nello sfondo. Secondo alcuni, ma questa è più che altro una leggenda metropolitana, le comparse non professioniste si trovarono così bene che gli ultimi giorni di riprese fecero davvero sesso sul set.

Seguiteci e scriveteci su Lasciammiapensa.com