Guccini chiama una studentessa:”Complimenti per la tesina su di me”

Una storia che sembra irreale: il grandissimo Francesco Guccini alza il telefono e chiama una studentessa per complimentarsi per la tesina sul cantautore

Francesco Guccini e la tesina di Alessia
Dopo le famose chiamate di Papa Francesco, un altro Francesco ha iniziato a chiamare a casa della gente: questa volta è Francesco Guccini

Il cantautore, che associato con il papa potrebbero essere un po’ come associare il diavolo con l’acqua santa, nonostante una profonda spiritualità di entrambi. La chiamata è arrivata ad Alessia, una studentessa dell’Itis che ha fatto la tesina della maturità dell’anno scolastico appena trascorso su uno dei giganti della musica italiana.

Il Guccini ha infatti chiamato la studentessa, dopo che questa aveva ricevuto anche moltissimi complimenti dalla commissione che l’ha esaminata, e si è complimentata con la stessa. L’esperienza con il cantautore, menestrello o poeta, comunque lo si voglia chiamare, Alessia Travagliati la racconta così:”All’inizio quando si è presentato al telefono, ho pensato ad uno scherzo. Ma è stato solo per un attimo, perché il suo timbro di voce è inconfondibile ed ho avuto un tuffo al cuore. Era proprio “il Maestrone”, che mi ha chiamato per ringraziarmi e congratularsi con me in merito ai vari collegamenti tra le sue canzoni e le varie materie scolastiche”.

Secondo quanto riportato da Terzobinario, la ragazza è stata perfetta nel riuscire ad unire i testi del Guccio con le materie che ha studiato; e quindi possiamo trovare una Locomotiva perfettamente collegata con il discorso degli inerziali, oppure continuando un’Avvelenata con un calcolo delle probabilità.

 

2 Commenti

  1. Lo andai a vedere alcuni anni fa 010/011 dentro ad un palasport della mia city dicendo a mio fratello che saremmo stati solo noi anzianotti gli spettatori: vi era un casino di ragazzi e ragazzini e che cantavano pure le sue canzoni. Grande Guccini!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here