Le teorie più pazze sulla terza stagione di Stranger Things

L'attesa per la terza stagione di Stranger Things è alle stelle. Nonostante manchi più di un anno all'uscita, molti fan continuano a fantasticare.

0
204
terza stagione di stranger things

Nonostante manchi ancora un anno dall’uscita della terza stagione di Stranger Things, molti fan hanno già iniziato a volare sulle ali della fantasia e le loro menti stanno partorendo teorie davvero interessanti. Alcune di queste sono davvero folli…e divertenti, davvero divertenti.

Vanity Fair ha deciso di raccoglierle tutte in un simpatico video nel quale vediamo David Harbour –il coraggioso sceriffo Hopper– leggercene alcune, commentandole passo dopo passo.

Potete procedere senza timori, queste teorie sono nate dalla fervida immaginazione dei fan e non contengono spoiler. Iniziamo!

4 pazze teorie sulla terza stagione di Stranger Things

1) Dustin e il suo amore per Nancy

Il piccolo Dustin, come sappiamo, è sempre stato innamorato di Nancy, la sorella maggiore del suo amico Mike. Su questo presupposto circola una teoria che vuole che l’amicizia nata tra Dustin e Steve non sia altro che una manovra calcolata dal ragazzo col berretto per poter carpire qualche segreto con la speranza che lo possa aiutare a conquistare la ragazza.

Nonostante Harbour abbia ammesso che tale teoria sia molto divertente, ha aggiunto che non è possibile darla per certa. Inoltre, ha sostenuto che Dustin è davvero troppo tonto per generare un piano così diabolico. E noi ci crediamo.

2) Murray è una spia russa

Terza stagione stranger things

Murray, l’investigatore privato che parla con Nancy e Jonathan, in realtà sarebbe una spia russa. Questa teoria si basa sul fatto che a Murray piace bere vodka, menziona continuamente i russi e sa manipolare entrambi i giovani spingendoli a stare insieme. Il suo obiettivo sarebbe quello di indagare sugli strani esperimenti e sui servizi segreti americani.

Secondo Harbour vedremo Murray molto spesso nelle prossime stagioni, poiché è un personaggio davvero interessante. Nonostante ciò questa teoria manca di senso, infatti è lo stesso Murray ad avvertire Hopper della presenza di numerose spie ad Hawkins, pertanto, in questo modo, metterebbe in pericolo la sua stessa copertura. Sarebbe un doppio gioco interessante ha commentato Harbour, ma l’attore crede che Murray sia semplicemente un personaggio profondamente paranoico.

3) I demogorgoni sono dei codardi

I demogorgoni, in realtà, ci temono più di quanto noi temiamo loro. Secondo questa teoria, la prova schiacciante è da riscontrare in una delle scene nel Sottosopra, in cui vediamo il demogorgone non chiudere il portale fino all’uscita di Nancy dalla oscura dimensione.

Probabilmente, questa è la teoria più fondata. Harbour ha ammesso che potrebbe esserci del vero dato che non abbiamo mai visto i demogorgoni attaccare all’interno del Sottosopra ma solo difendersi.

4) I demogorgoni sono il trauma di Undici

C’è un momento in cui Undici dice a Mike: “Mi dispiace, ho aperto io il portale. Sono io il mostro”. Questa affermazione ha stuzzicato la fantasia dei fan, che vedono in questa battuta un segreto enorme, dato che persino Harbour inizialmente prese alla lettera la dichiarazione. Infatti, tale teoria sostiene che il Sottosopra non sia altro che una creazione frutto della mente di Undici nata dai numerosi traumi subiti, e che lei sia la causa dell’oscurità che ha invaso Hawkins.

Harbour ha respinto totalmente questa teoria sostenendo che se fosse vero implicherebbe che la forza oscura di Undici sia davvero potente e verrebbe a mancare, così, un personaggio positivo, facendo cambiare rotta all’intera serie.

E voi che ne pensate? Scriveteci le vostre teorie nei commenti!

 

Per tutte le notizie sul mondo Netflix e sulla terza stagione di Stranger Things, parlare e discutere di tutte le novità, andate su Punto Netflix Italia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here