Once Upon A Time In Hollywood: ecco le prime immagini

Passanti hanno ripreso e postato sui social foto del set di Once Upon A Time in Hollywood, il film diretto da Tarantino sui crimini di Charles Manson a casa di Roman Polanski.

Once Upon a Time in Hollywood come Pulp Fiction
Condividi l'articolo

Sono state divulgate tramite i social diverse immagini del set di Once Upon a Time in Hollywood, il film attesissimo diretto da Quentin Tarantino sulla carneficina che cinquant’anni fa Charles Manson fece nella villa di Roman Polanski.

Un po’ per il cast spettacolare formato da Brad Pitt, Leonardo Di Caprio e Margot Robbie; un po’ per le polemiche nate intorno al film (Charles Manson è morto pochi mesi fa), l’attesa intorno al nuovo lavoro di Tarantino è altissima.

Ricostruita Hollywood degli anni ’60

Tarantino ha deciso di ricostruire una parte di Hollywood degli anni ’60. Nelle prime immagini vediamo lo storico cinema Cinerama Dome (ancora oggi attivo e funzionante) che ha in tabellone Krakatoa est di Giava, diretto da Bernard L. Kowalski.

Le foto vengono, probabilmente da addetti ai lavori o passanti che hanno fotografato il set. Ripreso anche Tarantino dietro la macchina da presa mentre ha alle spalle un negozio di taco molto “retrò”, probabilmente sarà anche quello parte integrante del set per le riprese.

La troupe ha probabilmente trasformato una parte della Sunset Boulevard con tanto di macchine d’epoca e arredi urbani anni 60. Un utente di twitter scrive: “Così appariva Sunset Boulevard questa mattina davanti al Cinerama Dome, è totalmente tornato indietro al 1969, scommetto sia per il nuovo film di Tarantino”

https://platform.twitter.com/widgets.js

LEGGI ANCHE:  Quentin Tarantino: Ecco perché non ama Netflix

Once Upon A Time in Hollywood, la storia di Manson

La notte del 9 Agosto 1969 Charles Manson con dei complici uccise Sharon Tate, allora moglie incinta di Roman Polanski e altre quattro persone presenti nella villa. Il regista non era presente perchè a Londra per motivi di lavoro.

Il processo si concluse prima con la richiesta di condanna a morte poi commutata in ergastolo per l’omicida e la sua cosiddetta “setta”. Non a caso il film uscirà il 9 Agosto 2019, esattamente 50 anni dopo dai fatti.