Le guardie del corpo di Johnny Depp costrette a trasportare droga

Johnny Depp è stato trasportato in tribunale da due sue ex guardie del corpo che hanno subito continue vessazioni e sono state costrette a trasportare sostanze illegali durante i turni di lavoro

Condividi l'articolo

Eugene Arreola Miguel Sanchez più che guardie del corpo sono stati veri e propri badanti per il superdivo avendogli dovuto pulire anche la droga dalla faccia

I due iniziarono a lavorare per Johnny Depp durante il periodo in cui l’attore stava divorziando con Amber Heard, che lo ha denunciato per violenza privata.

Le delusioni personali, unite a quelle professionali, hanno contribuito a creare il Johnny di cui parlano le denunce: spietato e vendicativo.

Durante il periodo del divorzio l’attore è stato costretto anche a vendere alcune proprietà per poter pagare i debiti.

Le guardie del corpo denunciano in particolare un episodio avvenuto a Londra, all’interno di un night club in cui Johnny Depp fece un massiccio uso di cocaina e furono costrette a pulirgli la droga dalla faccia prima di uscire dal locale.

Oltre a lavorare impropriamente come baby sitter, autisti e a volte anche corrieri per trasportare le sostanze illegali che il vip utilizzava quotidianamente.

LEGGI ANCHE:  Amber Heard risponde alle accuse di Depp: ecco perché non ha donato i soldi ottenuti dal divorzio