I Dossier della Scimmia: Eleven

Eleven
Condividi l'articolo

ElevenNome: Jane Ives / Jane Hopper

Nickname: Eleven o El

Serie Tv: Stranger Things

Residenza: Hawkins (Indiana)

Professione: Cavia da laboratorio

Frasi Celebri: “Mike….friends don’t lie”. 

 

Eleven è uno dei personaggi più amati e venerati di Stranger Things, la serie televisiva di fantascienza trasmessa dalla piattaforma Netflix e ideata dai fratelli Matt e Ross Duffer. Questo prodotto è concepito con lo scopo di omaggiare i grandi classici del cinema e della letteratura fantastica degli anni 80’, cercando di trasmettere agli spettatori più giovani, la stessa magia che ammaliò le generazioni precedenti.

Dal giorno del suo debutto su Netflix, Stranger Things è diventato un vero e proprio fenomeno mediatico. A inizio novembre 2017, poco dopo la pubblicazione della seconda stagione, venne stimato un’audience di 15,8 milioni di telespettatori statunitensi per il primo episodio, di cui circa 361.000 avevano già visto tutti e 9 gli episodi nelle prime 24 ore.

Eleven

Hawkins (Indiana, USA) è un piccolo paese di campagna dove Will, Mike, Lucas e Dustin vivono la propria infanzia nella più totale pace e spensieratezza.

I quattro amici amano passare i pomeriggi tra partite a Dungeons & Dragons, lunghe chiacchierate e avventurose gite in sella alle proprie biciclette.

Il 6 novembre 1983 è un giorno che gli abitanti di Hawkins non dimenticheranno facilmente. Nel corso della notte, Will Byers scompare nel nulla nella zona di “bosco atro”, mettendo in agitazione la madre Joyce (Winona Ryder) e scatenando il caos nella tranquilla cittadina. Le indagini verranno affidate al capo della polizia Jim Hopper (David Harbour) che, scavando più a fondo, capirà che questa losca faccenda comprende numerosi elementi sovrannaturali, che vanno oltre la normale concezione umana.

LEGGI ANCHE:  Dustin di Stranger Things riassume la prima stagione in 7 minuti!

Uno di questi è Eleven, una bambina comparsa improvvisamente in un bar a pochi isolati dal luogo della sparizione di Will.

A primo impatto sembra essere una bambina estremamente timida e spaventata; non proferisce parola, e il suo taglio di capelli estremamente corto le conferisce un aspetto molto mascolino. Ha un tratto distintivo molto interessante: un marchio tatuato sul braccio sinistro raffigurante il numero 11.

Ma ciò che rende Eleven straordinariamente unica sono i suoi poteri telecinetici, grazie ai quali è in grado di spostare qualsiasi cosa (anche di grandi dimensioni) utilizzando solamente la forza della mente. L’utilizzo prolungato di queste abilità, però, provoca in lei un progressivo indebolimento a livello fisico. Uno sforzo sovraumano manifestato dall’uscita di sangue dalle narici.

Questa misteriosa ragazzina ha uno sguardo affranto, dietro al quale si cela un passato scandito da dolore e sofferenza.

L’incontro con Mike e i suoi amici risveglierà in lei il lato umano ormai perduto da tempo, e, nonostante le proprie abilità facciano gola a molti, cercherà di dare un importante contributo per capire dove sia finito il piccolo Will Byers.

Eleven

I fratelli Duffer svelarono di aver convinto Millie Bobby Brown – e i suoi genitori – a radersi i capelli, anche facendole vedere un’immagine di Charlize Theron in Mad Max: Fury Road. Alla ragazzina fu spiegato di prendere come riferimento il film E.T. per il rapporto che avrebbe dovuto costruire con il personaggio di Mike all’inizio della serie.

Eleven  nasce invece grazie a Stephen King. Il re dell’horror può vantare personaggi e storie che si avvicinano molto alla costruzione caratteriale e fisica di Eleven. La figura di Carrie Firestarter sono le due presenze più forti nel personaggio.  Se non foste convinti del profondo rispetto che i Duffer nutrono per King, vi basterà osservare il logo dello show tenendo in mano una vecchia copia di Cose Preziose (Needful Things); così da scoprire un altro omaggio a quel pozzo infinito di brividi che è Stephen King.

La giovanissima attrice si è rivelata a dir poco straordinaria in questo ruolo, trasmettendo con lo sguardo tutto il tormento e la paura che affliggono Eleven, lasciando intravedere doti che potrebbero portarla a diventare una delle attrici di punta della sua generazione. Millie Bobby Brown ha inoltre ricevuto due candidature agli Screen Actors Guild Awards e agli Emmy Awards come miglior attrice non protagonista in una serie drammatica, divenendo la più giovane attrice ad ottenere tale risultato.

LEGGI ANCHE:  Parasyte: the Grey, la recensione della serie TV di Netflix

Se volete rimanere sempre aggiornati sul tutte le ultime novità Netflix, seguite il gruppo Punto Netflix Italia.

BannerPNI