Harrison Ford e Ryan Gosling: delirio e whisky in una divertente intervista

Di interviste a Harrison Ford e Ryan Gosling ne abbiamo sentite tante; ma nessuna sarà mai come quella che vi proponiamo

0
553

Intervistare un Harrison Ford divertito è stata, per anni, un’impresa assai difficile; se consideriamo l’età che avanza, la stanchezza da promozione di colossal e il suo carattere da “grumpy old man” (o meglio “burbero nonno di Heidi”), l’impresa diventa davvero impossibile.

Eppure, la giornalista britannica Alison Hammond è riuscita in questo arduo compito, divertendo, non solo il buon vecchio Indy, ma anche il nuovo idolo delle masse, Ryan Gosling.

Complice qualche bicchiere di Whisky di troppo, i due attori si sono prestati ad una simpatica scenetta con l’intervistatrice del canale britannico ITV, che ha consegnato, alle due star Hollywoodiane, i bicchieri originali utilizzati da Rick Deckard (Ford), nel celeberrimo Blade Runner (1982) e qualche bottiglietta di whisky.

A tale sorpresa, l’attore Ryan Gosling, si è rivolto all’intervistatrice ringraziandola del gesto: “hai fatto una cosa molto carina” dice Goslingsei una fan del film originale?” – “mai visto” risponde Hammond, scrollando le spalle.

Da questo momento in poi l’intervista degenera, tra bicchieri di whisky e fragorose (quanto rare) risate di Ford.
Nonostante l’allegria esasperata, i tre sono riusciti comunque a scambiarsi domande e risposte sull’ultimo capitolo di Blade Runner.

Le interviste che si sono susseguite in questi giorni hanno permesso al pubblico di conoscere le dinamiche tra i due attori e di scoprire alcune piccole curiosità riguardanti il film e il piccolo incidente avvenuto durante le riprese, in cui Ford ha colpito Ryan Gosling per errore. “Avevo letto male il copione!” afferma Ford “L’ho colpito solo una volta su cento… Ho provato a scusarmi, ho portato una bottiglia di scotch nel suo camper, solo che mi ha detto che era occupato, quindi gli ho lasciato solo un bicchiere. Avrei voluto lasciarlo, ma la mano con cui l’avevo colpito mi faceva male, e avevo bisogno di medicarmi un po’”.

L’intervista è riuscita ad ottenere moltissime visualizzazioni in poco tempo. Ciò che sorprende non è solo la disponibilità degli attori, ma anche l’affinità artistica tra i due; che sia l’inizio di altre possibili collaborazioni?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here