Mosaic: la nuova serie HBO diretta da Steven Soderbergh rivoluzionerà il mondo dei serial

Il nuovo progetto del regista americano è destinato a cambiare per sempre il mondo delle serie tv

Dopo anni di assenza Steven Soderbergh è tornato al cinema con Logan Lucky, ricevendo da subito critiche lusinghiere. Ma il regista di Erin Brockovich, Ocean’s Eleven, Magic Mike, Solaris, Contagion e di tante altre pellicole di successo, non ha intenzione di fermarsi ed ha deciso di rimettersi nuovamente in gioco nel mondo della televisione dopo lo strepitoso successo di The Knick

Il progetto in questione è intitolato Mosaic e verrà prodotto dall’HBO e già dalle prime indiscrezioni sembra destinato a rivoluzionare il mondo dei serial. La rivoluzione non sarà tanto nella trama, che appare una classica storia di cronaca nera, come rivelato dallo stesso regista: “Mosaic parlerà di un omicidio, con due cornici temporali, una contemporanea e l’altra ambientata 4 anni fa. Sostanzialmente si narra di un caso che sembra risolto che viene riaperto. La storia quindi muta in base al punto di vista del personaggio scelto. Mosaic è una storia che si basa sulla prospettiva multiverse. Per questo motivo è stato difficile l’editing e la scrittura”.

Proprio quest’ultima caratteristica, ovvero la prospettiva ramificata, potrà essere un elemento innovativo che cambierà l’approccio del pubblico verso le serie tv, infatti, Soderbergh ha dichiarato che: “questo tipo di narrazione esiste da sempre, solo che le tecnologie presenti oggi possono renderla più elegante, più coinvolgente. Abbiamo pensato molto a come potesse essere trattato il materiale che la comporrà. La mia priorità è che fosse semplice e bella, così che una volta scelto il punto di vista, questo non risulti forzato, freddo. Abbiamo analizzato con attenzione il margine di errore, riuscendo alla fine a capire come questo potesse funzionare. L’unico quesito che ci stiamo ponendo è: se tutti si connettessero allo stesso momento, crollerà tutto? Ad ogni modo, Mosaic dovebbe debuttare nel mese di novembre”.

Il coinvolgimento attivo del pubblico nella visione della serie potrà portare questo format ad un nuovo livello artistico, pur non potendo influenzare la trama, il fatto che lo spettatore possa decidere da che punto di vista guardare la serie, quale personaggio scegliere per seguire le vicende, appare assolutamente intrigante.

La serie sarà anticipata dal lancio di una app dedicata, ove lo spettatore potrà accedere al mondo dello show anche attraverso lo smartphone, ecco le parole del regista al riguardo: “Mosaic sarà sul telefono, sull’iPad, sul desktop, sui dispositivi Apple, ovunque. Inizialmente doveva essere solo un progetto per iOS. Dopo varie discussioni a riguardo, abbiamo capito che non aveva senso non includere anche i dispositivi Android, in modo da dare più accessi a Mosaic. L’app sarà completamente gratuita e innovativa, un punto di inizio per chi vorrà usare lo stesso format. Il mio obiettivo comunque era quello di creare una storia che funzionasse. Ed Solomon, lo sceneggiatore di Mosaic, ha ideato un altro progetto simile sulla base dello show, che potrebbe avere degli sviluppi notevoli”.

Infine, Soderbergh ha dichiarato di avere anche una versione lineare della serie, che verrà trasmessa sempre dall’HBO.

Non ci resta che aspettare novembre e farci travolgere dal futuro.