I migliori 10 anime del 2016

07) Boku dake ga Inai Machi

Un mangaka sull’orlo del fallimento rimane vittima di un delitto atroce di cui sarà accusato ingiustamente. Verrà catapultato indietro nel tempo, alle elementari, dove sarà costretto a scoprire il colpevole e discolparsi a sua volta, in una spirale di suspance e reati collegati da un filo comune. Sicuramente una delle opere più discusse del 2016, tra detrattori e sostenitori, anche all’interno del Bel Paese. Ottima la regia, sempre pulita e innovativa, che contribuisce a creare l’atmosfera giusta e differenziare i vari periodi di riferimento che si alterneranno nel corso della trama. Buona anche la caratterizzazione dei personaggi, dotati di alchimia e introspezione, tra cui spicca il turbato protagonista. Peccato per i numerosi buchi di trama e un finale fin troppo buonista e poco coraggioso, capace di rovinare anche un’opera così curata. Rimane, comunque, una serie valida e sicuramente di qualità.