Harry Potter, Alan Rickman disse di Daniel Radcliffe: “Non penso che sia veramente un attore”

Rickman
Condividi l'articolo

Secondo Rickman, Radcliffe sarebbe stato più adatto alla regia o alla produzione

Nei suoi famosi diari Alan Rickman, noto come l’interprete del beneamato professor Piton (Snape) nella saga di Harry Potter, ha rivelato alcune opinioni sui suoi colleghi attori nei film della serie. Su Daniel Radcliffe, per esempio, del quale diceva: “Non penso che sia veramente un attore, ma senza dubbio dirigerà e produrrà”.

Non è andata esattamente così, ma comunque Rickman sosteneva che Radcliffe fosse anche “sensibile, articolato e intelligente”. Di Emma Watson, un’altra che ha fatto carriera, lo preoccupava la dizione che a quanto pare era a volte tanto pessima che per lui faceva sembrare che l’attrice venisse “dall’Albania [this side of Albania]”. E aggiungeva: “Questi ragazzi hanno bisogno di direzione, non sanno le loro battute“.

image 392

Naturalmente parliamo dei tempi in cui entrambi gli interpreti erano poco più che bambini, ma forse furono queste impressioni a portare quasi Rickman, dopo la Camera dei Segreti, a lasciare la saga. Nei diari scriveva, nel 2004, di aver parlato con l’agente di una “uscita da Harry Potter, che lui pensa che succederà”.

LEGGI ANCHE:  Harry Potter, la tomba di Dobby esiste davvero [FOTO]

Di sicuro anche a lui, come a molti fan della saga, non era piaciuto per nulla Il Principe Mezzosangue, un film pieno di lacune e passaggi inutili. Rickman scriveva: “Vanno bene lo sviluppo del personaggio e i meravigliosi (abbaglianti) effetti, ma dov’è la storia?“, asserendo di voler sbattere le teste dei tre David (i produttori David Heyman e David Barron, e il regista David Yates) contro “il muro più vicino”.

Fonte: Huffpost

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa