Baby Reindeer, l’inquietante dettaglio nelle mail di Martha

Molti fanno hanno notato un inquietante dettaglio nelle mail scritte da Marta in Baby Reindeer

Baby Reindeer
Condividi l'articolo

Baby Reindeer continua a far parlare di sè

SU Netflix trovate Baby Reindeer, miniserie che racconta un assurda storia di stalking vissuta dal protagonista Donny e ispirata alla vera esperienza vissuta dal creatore e attore principale Richard Gadd a causa di una donna che nella serie è chiamata Martha (qui la nostra spiegazione del finale).

Lo show si concentra sugli eventi che hanno portato all’ossessione di Martha e gli eventi allarmanti che ne sono seguiti. La coppia si incontra per la prima volta dopo che Donny, offre a Martha una tazza di tè. Quest’ultima diventa ossessionata dalla possibilità che ci sia una connessione tra loro e finisce per trovare il modo di contattarla.

Ben presto inizia a bombardarlo con messaggi sempre più terrificanti, giorno e notte. In totale, Martha ha inviato 41.071 e-mail, 350 ore di messaggi vocali, 744 tweet , 46 messaggi su Facebook e 106 pagine di lettere a Donny. Tutto ciò che leggiamo di questa infinita mole di corrispondezza corrisponde a realtà. E, in ogni email, gli spettatori hanno notato che c’è scritto qualcosa di ‘inquietante’.

LEGGI ANCHE:  Baby Reindeer: la vera Martha pronta a fare causa a tutti

Molti sottolineano infatti che tutte le e-mail finiscono con le parole “inviate dal mio iPhone”, nonostante Martha non avesse quel tipo di telefono e non inviasse e-mail da uno di essi. In molti dunque sono rimasti turbati nel come la donna si sia impegnata ad ogni e-mail a scrivere quelle parole all’apparenza senza nessun significato.

Anche lo stesso titolo Baby Reindeer ha un retroscena davvero inquietante. Nell’episodio finale infatti, Donny ascolta i messaggi di Martha e in uno nomina un cucciolo di renna come uno dei suoi beni più preziosi.

Quando ero piccola avevo questo piccolo peluche. È venuto con me ovunque. Il primo ricordo che ho, credo, è stato il periodo natalizio – si sente. Questa vecchia foto di me, seduto con questo cappello di carta in testa e questa piccola renna accanto a me. Comunque, questa renna era una cosa tenera e soffice. Aveva labbra grandi, occhi enormi e un sedere davvero carino.

Beh, tu uguale quella renna. Lo stesso naso. Gli stessi occhi Significa così tanto per me. Tu… tu significhi così tanto per me.

Che ne pensate? Avete visto Baby Reindeer?

Seguiteci su LaScimmiaPensa

LEGGI ANCHE:  Baby Reindeer, avvocato esorta gli spettatori a non indagare