Jack Nicholson: per il ruolo del Joker prese la paga più alta di sempre, ecco quanto

Nicholson
Condividi l'articolo

Quello tra NIcholson e la Warner Bros è stato un contratto senza precedenti

L’attore tre volte premio Oscar Jack Nicholson detiene un particolare record: è infatti l’interprete che ha ricevuto il cachet più elevato per un’opera cinematografica. Il film in questione è il “Batman” di Tim Burton (1989), dove l’attore statunitense ha preso parte per interpretare l’antagonista Jack Napier, alias il Joker.

Tra Jack Nicholson e la Warner Bros, la casa di produzione del film, venne infatti stipulato un accordo inusuale per l’epoca: l’attore ha chiesto un anticipo pari a circa 6 milioni di dollari (una cifra record, contando che Nicholson solitamente percepiva dai suoi film un guadagno complessivo di 10 milioni) e, qualora la pellicola avesse avuto successo nelle sale, anche una percentuale legata all’incasso finale.

Come se ciò non bastasse, l’attore ha ricevuto degli ulteriori profitti legati al merchandising del film. Questo mega accordo ha portato Nicholson a percepire un guadagno di quasi 90 milioni di dollari totali che, al netto dell’inflazione, sarebbero al giorno d’oggi circa 194 milioni.

LEGGI ANCHE:  Ridley Scott dirigerà "All the Money in the World", possibile la presenza di Natalie Portman

Uno stipendio di tutto rispetto per l’attore statunitense che è riuscito, con il suo carisma e la sua fama, a “dettare le condizioni” per il suo coinvolgimento nel film. Una cifra record come questa ha certo reso giustizia sia alla casa di produzione, dal momento che “Batman” è stato un grande successo, sia allo stesso attore, che è stato lodato dalla critica con una candidatura ai Golden Globes 1990, ed è diventato un’icona tra i “villains” del mondo del cinema.

Fino ad ora nessun altro attore o attrice è mai riuscito a eguagliare o superare il cachet di Nicholson, rendendolo uno stipendio senza precedenti nel mondo della settima arte. Nonostante molti divi del cinema contemporaneo ricevano cachet superiori alla norma (basti pensare a Robert Downey Jr o Margot Robbie per citarne alcuni), quello di Nicholson temo sia destinato a rimanere un primato (quasi) imbattibile.

A cura di Davide Cucchi

Fonte: Collider

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa