The Wolf of Wall Street, Hill odiava il suo personaggio

Parlando con Yahoo Movies nel 2014. Jonah Hill ha raccontato di come odiasse Donnie, personaggio che interpreta in The Wolf of Wall Street

Jonah hill, the wolf of wall street
Jonah Hill in una scena di The Wolf of Wall Street
Condividi l'articolo

In The Wolf of Wall Street, film del 2014 di Martin Scorsese Jonah Hill interpreta Donnie Azoff, assistente del protagonista Jordan Belfort. Sebbene sia stato un ruolo fondamentale per la sua carriera, l’attore, parlando con Yahoo Movies nel 2014, ha rivelato di aver odiato il suo personaggio.

Mi hanno detto: “Vai a New York per incontrare [Scorsese]’, e ho avuto l’opportunità di incontrare prima Leo e spiegargli appassionatamente il motivo per cui dovevo interpretare la parte e lui poi è stato di supporto, fortunatamente. Poi sono andato a New York e ho detto: “Beh, posso mostrare a Scorsese cosa voglio fare invece di pregarlo di fare la parte”.Poi ho avuto modo di leggere con lui… e ho avuto la fortuna di ottenere la parte

Parlando poi di Donnie ha detto:

 Non mi piaceva il modo in cui Donnie trattava le persone, quella era la cosa con cui ho avuto più difficoltà. C’è una scena con un pesce rosso in cui lancio una sigaretta accesa a questo ragazzo e lo faccio piangere, lo licenzio e mangio il suo pesce rosso ed è stato davvero degradante. Andando a casa mi chiedevo: “Oh cavolo, cosa ho fatto oggi?” Stavo male.

Una delle cose per cui Jonah Hill non soportava Donnie era sicuramente il suo abuso di droga. Ospite nel talk show statunitense Any Given Wednesday con Bill Simmons nel 2016, l’attore ha infatti rivelato di essere addirittura finito in ospedale a causa delle scene con protagonista la cocaina in The Wolf of Wall Street.

Ho sniffato così tanta cocaina finta in The Wolf Of Wall Street che ho avuto la bronchite per tre settimane. Sono stato ricoverato in ospedale. Era vitamina in polvere, ma non importa perché se immetti così tanta roba nei polmoni, ti ammalerai. Abbiamo sniffato finta cocaina per, tipo, sette mesi, ogni giorno. Non ho mai preso più vitamina D in tutta la mia vita; avrei potuto sollevare un’auto sopra la mia fottuta testa.

È interessante fingere di essere drogato. Ho utilizzato la musica. Ho creato una playlist per ogni scena, ho cercato di utilizzare musica che mi facesse sentire nervoso e caotico… e poi ho bevuto un sacco di caffè e Red Bull

Che ne pensate?

LEGGI ANCHE:  The Wolf of Wall Street: la Rai censura il film di Scorsese tagliando scene di sesso e droga

Seguiteci su LaScimmiaPensa