Johnny Depp: “Il mio Jack Sparrow è nato in una sauna”

Nel 2018 Johnny Depp, parlando con Collider, ha rivelato l'origine della sua bislacca interpretazione di Jack Sparrow

pirati dei caraibi, jack sparrow
Condividi l'articolo

Oramai lo sappiamo. Capitan Jack Sparrow, iconico personaggio interpretato da Johnny Depp nella saga di Pirati dei Caraibi, non tornerà più. Tuttavia è innegabile che sia oramai entrato nell’immaginario collettivo mondiale grazie, soprattutto, alla bislacca interpretazione che ne ha fatto l’attore. Dunque è interessante scoprire da cosa è nato il modo di parlare e muoversi del pirata. Sebbene Depp abbia rivelato spesse volte che la sua interpretazione era basata su Keith Richards, che ha finito per interpretare il padre di Jack, il Capitano Teague nel terzo film, parlando con Collider nel 2018, per presentare Animali fantastici – I crimini di Grindelwald, ha raccontato una storia ben più incredibile, degna del Capitan Jack.

Nella sceneggiatura originale il Capitano Jack era scritto come uno spadaccino, un pirata che entra, combatte un po’ e poi esce, afferra una ragazza e basta. Avevo idee diverse per lui. Sembra strano ma il Capitano Jack è nato in una sauna.In sauna stavo esaminando vari aspetti del personaggio e ho pensato che questo ragazzo è stato in alto mare per la maggior parte della sua vita e quindi ha affrontato un calore inevitabile al cervello. 

Così ho alzato la temperatura della sauna a circa 500 gradi e mi sono seduto lì il più a lungo possibile finché non ha iniziato a influenzarmi mentalmente. Faceva molto, molto caldo, e il mio cervello era accaldato. Mentre sei lì dentro con quel tipo di caldo non puoi stare fermo, ma la cosa peggiore è che se ti muovi, ti uccide. Quindi questo mi ha dato l’idea che il suo cervello sia stato parzialmente bollito in una certa misura. Anche in termini di linguaggio del corpo, ho pensato che quando era sulla nave sarebbe andato tutto bene. Avrebbe avuto le gambe del mare. Ma quando arrivava a terra non poteva avere gambe di terra. Sarebbe sembrato traballante e la Disney non era d’accordo.

 I dirigenti hanno fatto alcuni commenti ai test cinematografici per il trucco dei capelli e il guardaroba quando ho presentato il personaggio. Erano tipo “Cosa sta facendo?” Poi ho ricevuto telefonate: “Devi toglierti le cose penzolanti e cos’è quella piaga sul tuo viso?” “Cosa sta succedendo? È fuori di testa o è solo incredibilmente ubriaco o è gay?” Quindi la mia risposta è stata: “Scusate, non sapete che tutti i miei personaggi sono gay?”

Che ne pensate di questo racconto di Johnny Depp?

LEGGI ANCHE:  Amber Heard chiede l'archiviazione della causa per diffamazione di Johnny Depp