Spider-Man: No Way Home, arriva al cinema la versione estesa

La versione estesa di Spider-Man: No Way Home è pronta a tornare in sala. Ecco quando arriverà anche in Italia

spider-man, no way home
Condividi l'articolo

Spider-Man: No Way Home, terzo capitolo della saga MCU dell’Uomo Ragno interpretato da Tom Holland è stato un enorme successo al botteghino. Con i suoi 1901232550 di dollari guadagnati in tutto il mondo è divenuto infatti il sesto maggiore incasso della storia del cinema. Tuttavia questa enorme cifra è destinata ad aumentare. Il film infatti tornerà in versione estesa al cinema. Attraverso Twitter Marvel ha svelato in quale data sarà possibile tornare al cinema per godersi le scene inizialmente tagliate. Per l’Italia il giorno da segnare sul calendario è il 18 settembre.

Avremo dunque la possibilità di rivedere insieme i tre Spider-Man, sicuramente l’elemento più interessante e apprezzato dell’intera pellicola. Gran parte del successo di questa scelta risiede nel fatto che la presenza dei due attori dei precedenti universi, Tobey Maguire ed Andrew Garfield, è rimasta segreta fino all’ultimo momento. I due non sono neanche stati presenti alla prima mondiale del film. Addirittura si sono intrufolati di nascosto al cinema anonimamente per vedere la reazione del pubblico al loro arrivo sullo schermo.

LEGGI ANCHE:  Spider-Man: No Way Home, ecco il nuovo meraviglioso trailer [VIDEO]

Non riesco ancora a credere che sia successo – aveva raccontato lo stesso Garfield a Entertainment Tonight. Mi sono intrufolato in un cinema la sera dell’inaugurazione e ho semplicemente guardato il film con il mio cappellino da baseball e la mia mascherina. Ero con Tobey, io e Tobey siamo entrati di nascosto in un cinema insieme e nessuno sapeva che fossimo lì. Era solo una cosa davvero bella da condividere insieme. Così come è bellissima la fratellanza creata con Tobey, e con Tom, e il fatto che condividiamo un’esperienza davvero unica

Parlando del ritorno suo e di Maguire aveva poi aggiunto:

Prima di tutto, sono un fan, quindi quando Amy Pascal, Kevin Feige e John Watts hanno chiesto di parlare con me e mi hanno parlato di quest’idea, e l’hanno lanciata, è stato come se fossi i fan tra il pubblico, guardando sullo schermo per la prima volta i tre Spider-Men attraverso gli universi che condividono una cornice insieme. E la mia testolina, esplode. Quindi, questa è la cosa principale che sento al riguardo al momento

E poi, il fatto che io possa essere una di quelle persone che indossano l’abito accanto al mio vero eroe, lo Spider-Man di Tobey Maguire, e al brillante, incredibilmente talentuoso, sincero, divertente, buono, dolce, perfetto Spider-Man di Tom Holland, e io sono il fratello di mezzo, in soggezione per mio fratello maggiore e desideroso di proteggere il mio fratello minore. Inoltre, c’è qualcosa di spirituale che è successo e accade, e che stavamo esplorando nel film, con l’archetipo del personaggio che è solo, isolato, ed è un’importante aspetto secondo i termini canonici di Spider-Man, per come la vedo io.

Tornerete al cinema a vedere Spider-Man: No Way Home?