Stranger Things 4, Schnapp: “La scena con Jonathan non era prevista”

Noah Schnapp, interprete di Will in Stranger Things, ha rivelato a Variety come una delle scene più intense non fosse prevista

stranger things
Condividi l'articolo

Il finale della quarta stagione di Stranger Things, arrivata su Netflix all’inizio di luglio, è stato dedicato, tra le altre cose, al topic riguardante la sessualità di Will. In una delle scene più intense dell’intera serie, il personaggio interpretato da Noah Schnapp confessa in modo criptico il suo amore a Mike e poi scoppia in lacrime. Questo momento è osservato dal fratello di Will, Jonathan che, in uno dei dialoghi migliori dello show, arrivato qualche scena dopo, abbraccia il fratellino spiegandogli che in ogni caso ci sarebbe stato per lui. Ebbene, questo momento non era inserito nella sceneggiatura iniziale. A rivelarlo è stato lo stesso Schnapp a Variety.

Questa scena in realtà non era originariamente scritta nella sceneggiatura – ha detto l’attore. È stata pensata solo dopo che ho girato la scena di me nel furgone, dove mi hanno visto piangere e dove si vede la protezione Jonathan che guarda nello specchietto retrovisore. Volevano un’altraa scena con quella. Così l’hanno scritta mentre stavamo girando. È anche molto importante per le persone vedere che Will non è solo, perché tutto ciò che vediamo di lui è lottare sentendosi depresso e il fatto che non può essere se stesso. Jonathan gli sta parlando in codice: è solo il modo perfetto per dire a qualcuno come Will che tiene a lui e che lo accetta in ogni caso. Penso che sia stato davvero perfetto

Nella stessa intervista Schnapp ha confermato inoltre i sentimenti di Will per Mike.

LEGGI ANCHE:  Cos'è la Disostosi Cleidocranica, la malattia che affligge Gaten Matarazzo

È abbastanza chiaro in questa stagione che Will prova dei sentimenti per Mike. Lo hanno intenzionalmente fatto emergere nelle stagioni precedenti. Anche nella prima stagione, hanno accennato a questa cosa e lentamente, lentamente, è cresciuta. Penso che per la quarta stagione si trattasse semplicemente di me che interpreto questo personaggio che ama il suo migliore amico ma ha difficoltà a sapere se sarà accettato o meno, sentendosi un errore e come se non appartenesse a quel mondo. 

Will si è sempre sentito così. Tutti i suoi amici, hanno tutti una ragazza e si adattano tutti ai loro diversi club. Will non ha mai trovato un posto dove adattarsi. Penso che sia per questo che così tante persone vengono da me e mi dicono che amano Will e che si rispecchiamo così tanto in lui, perché è un personaggio così reale.

Che ne pensate? Avete apprezzato questa scena di Stranger Things? Ditecelo nei commenti.