Elon Musk accusato di violenze sessuali, ha pagato 250 mila dollari

Un assistente di volo di SpaceX ha accusato Elon Musk di violenze sessuali. Il magnate ha pagato 250 mila dollari per evitare la denuncia

Elon Musk
Credits: TED / YouTube
Condividi l'articolo

Elon Musk è al centro di un vortice di polemiche scatenate dall’accusa di molestie sessuali. Queste sono state mosse da un assistente di volo di SpaceX. La donna era un membro dell’equipaggio di cabina e ha accusato Musk di averle esposto il suo pene eretto, massaggiandosi la gamba senza consenso e si è offerto di comprarle un cavallo, vista la sua grande passione per l’ippica, se gli avesse eseguito un massaggio erotico, secondo interviste e documenti ottenuti da Business Insider.

Il presunto incidente è avvenuto nel 2016 e l’accordo, col il quale il magnate pagando 250 mila dollari ha ottenuto di non essere denunciato, è stato concordato nel 2018. Secondo una dichiarazione preparata a sostegno dell’accusa, l’assistente ha affermato che dopo aver accettato il lavoro è stata incoraggiata a prendere un brevetto da massaggiatrice in modo da poter fare massaggi a Musk. Fu durante uno di quei massaggi, a bordo del jet Gulfstream, che avvenne il fatto incriminato.

LEGGI ANCHE:  Elon Musk, la lettera di protesta dei dipendenti SpaceX: "Elon è fonte di distrazione e imbarazzo"

L’assistente, rimasta anonima, ha detto ad una sua amica che le era stato chiesto di andare nella cabina di Elon Musk durante un volo per Londra per fare un “massaggio completo”. Entrando, ha trovato il magnate “completamente nudo tranne che per un lenzuolo che copriva la metà inferiore del suo corpo”. La dichiarazione afferma che durante il massaggio Musk “ha esposto i suoi genitali” e “l‘ha toccata e si è offerto di comprarle un cavallo se avesse ‘fatto di più’, riferendosi all’esecuzione di atti sessuali”. La ragazza ha rifiutato e ha continuato il massaggio senza alcuna attività sessuale.

Secondo la dichiarazione, a seguito dell’incidente l’inserviente si è sentita emarginata nel suo lavoro. Sentiva di “essere stata espulsa e punita per essersi rifiutata di prostituirsi”, afferma la dichiarazione.

Sebbene la presunta vittima avesse firmato un accordo di riservatezza dopo aver accettato il denaro, è stata l’amica a decidere di farsi avanti e parlare con Insider senza consultare l’assistente di volo perché, in quanto sopravvissuta a un’aggressione sessuale, sentiva l’obbligo di condividere ciò che le era stato detto su Elon Musk. 

LEGGI ANCHE:  Elon Musk contro lo smart working in Tesla: "O venite in ufficio o andate"

Il neo proprietario di Twitter, rispondendo a Insider, ha detto che c’era “molto di più in questa storia”

Se fossi propenso alle molestie sessuali, è improbabile che questa sia la prima volta in tutta la mia carriera trentennale che viene alla luce. Questa è una storia politicamente motivata.

Il magnate ha continuato la sua difesa su Twitter.

Gli attacchi contro di me dovrebbero essere visti attraverso una lente politica – scrive. Questo è il loro (spregevole) playbook standard. Ma nulla mi scoraggerà da combattere per futuro migliore e per il vostro diritto alla libertà di parola

E, per la cronaca, queste feroci accuse sono assolutamente false

Che ne pensate?

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.